Come rivestire un camino in cartongesso? (e perché scegliere questo materiale)

Come rivestire un camino in cartongesso? (e perché scegliere questo materiale)

Nelle prossime righe non racconterò semplicemente come rivestire un camino in cartongesso.
Su internet troverai ottime guide sul fai da te: questa non sarà l’ennesima.

Mi sta più a cuore rispondere a dubbi molto comuni su questo lavoro.

Di solito riguardano la validità del materiale e la corretta esecuzione dell’intervento.

Sono sicuro che ci hai pensato anche tu.

C’è di più.

Ti darò qualche dritta per scovare un professionista che realizzerà il lavoro.

Partiamo dal principio.

Come rivestire un camino in cartongesso: 4 motivi per scegliere questo materiale

Il dubbio più frequente sul cartongesso riguarda la sua efficacia.

A maggior ragione in questo caso.

Ricorda che coprirà un camino che lavora ad altissime temperature.

Perché dovresti scegliere il cartongesso?

Ci sono almeno 4 buoni motivi.

#1: Il cartongesso è ignifugo

rivestimento-camino-cartongesso-ignifugo
Il gesso ha una naturale resistenza al fuoco.

Non solo.

Per i rivestimenti dei camini e dei termocamini vengono utilizzate delle speciali lastre ignifughe [CLICCA QUI PER APPROFONDIRE].

Sono lastre composte da gesso abbinato ad altri materiali (come la vermiculite, la fibra di vetro e la perlite).

Come le riconosci?

Hanno una colorazione rosa sul lato a vista.

ATTENZIONE ⚠️  Non sempre queste lastre sono di colore rosa. Dipende dall’azienda produttrice.

#2: Facilità di lavorazione

rivestimento-camino-con-cartongesso
Quindi nessun limite alla creatività.

Uno dei 10 motivi per cui AMO questo materiale.

Puoi realizzare forme squadrate o curve, di infinite colorazioni ed effetto finale (liscio o ruvido al tatto).

Altri materiali non permettono queste libertà, perché meno trattabili.

Pensa alla pietra o ai mattoni pieni.

Richiedono lavorazioni più lente e spesso è impossibile realizzare il disegno che hai in mente.

#3: Velocità di esecuzione

immagini-camini-in-cartongesso

È un materiale “comodo”, perché venduto in lastre di dimensioni standard.

Pronte all’uso.

L’artigiano si occuperà di tagliarle in base al progetto, per poi stuccarle e rifinirle.

Non sono interventi che richiedono lunghi tempi.

Con disegni semplici bastano pochi giorni di lavoro.

#4: Rimozione rapida

camini-in-cartongesso-moderni

Un imprevisto può capitare.

Ipotizziamo che il camino smetta di funzionare a causa di un guasto.

Rimuovere la struttura in cartongesso (o una sezione) sarà un’operazione seccante ma piuttosto veloce.

Una volta risolto il problema potrai nuovamente ricoprire il camino.

Demolire una struttura in pietra o mattoni è molto più faticoso (oltre che costoso).

banner-iscrizione-newsletter-2

Come rivestire un camino in cartongesso: le fasi di un lavoro

Il primo dubbio è andato: il materiale vale tanto oro quanto pesa.

Adesso vedrai un’opera realizzata da un amico cartongessista.
Si chiama Enzo Mattei e lavora nella zona di Livorno [QUI TROVI LA SUA PAGINA FACEBOOK].

L’intervento è diviso in fasi.

Ma andiamo con ordine.

Ecco il camino prima di essere rivestito (per essere precisi è un termocamino):

montaggio-cartongesso-camino
Il disegno è di un architetto.

Fase #1: L’isolamento termico

come-fare-un-camino-in-cartongesso

Come detto un camino lavora a temperature molto elevate.

Per questo alcune parti sono isolate con materiali adatti a questo scopo.
In genere si utilizza la lana di vetro o di roccia.

In questo caso è fondamentale che i fili elettrici siano isolati adeguatamente, in modo che non ci sia contatto con il termocamino.

Fase #2: Montaggio struttura

come-rivestire-un-camino-in-cartongesso

All’isolamento segue il montaggio della struttura metallica.

Di fatto è una struttura portante composta da:

◼︎ guide perimetrali in lamiera zincata (ad “U”);
◼︎ montanti in lamiera zincata (a “C”);

Io chiamo questa fase “taglia e cuci”, perché l’artigiano taglierà e monterà i pezzi in modo da creare il disegno di progetto.

Fase #3: Montaggio lastre

rivestimenti-termocamini-cartongesso

Siamo a buon punto.

Sulla struttura portante sono applicate le lastre ignifughe.

Il montaggio avviene mediante viti e tasselli.

Solitamente si usano i tasselli in metallo: quelli in plastica potrebbero cedere per il calore.

Fase #4: La stuccatura

stuccatura-lastre-camino-cartongesso

Terminato il montaggio della struttura si passa alla stuccatura dei giunti dei pannelli.

Prima della stuccatura si applica un’apposita retina autoadesiva (o garza), per evitare che si vedano le linee di giuntura.

La stuccatura finale si esegue con uno stucco speciale ignifugo (sono necessarie almeno 2 o 3 mani per renderlo liscio e pronto all’imbiancatura).

Fase #5: Imbiancatura

Ecco come si presentava il termocamino ad imbiancatura eseguita:

camino-cartongesso-foto
Che te ne pare?!

I proprietari hanno scelto un design minimal abbinato ad un colore bianco: ciò non toglie che puoi utilizzare altri toni.

Chi contattare per rivestire un camino in cartongesso?

Ricapitoliamo: hai visto i benefici del materiale e la realizzazione di un rivestimento.

Ti manca solo la persona a cui affidare i lavori.

Già, ma come trovarla?

Scovare il cartongessista perfetto non è impossibile.

Punto primo: rivolgiti ad un professionista.

Molti artigiani si occupano del cartongesso nei “ritagli di tempo”.
Lasciali perdere.

Spesso saltano da un cantiere all’altro senza curarsi dei dettagli.
Un’abitudine che potrebbe crearti problemi.

L’esempio tipico? La stuccatura viene eseguita frettolosamente.

Vuoi ridurre i rischi?

◼︎ informati sul cartongessista (sito e pagina Facebook);
◼︎ solo accordi scritti;
◼︎ evita i tuttofare;

Punto secondo: non contattare i siti che inviano preventivi di imprese.

Il perché l’ho già raccontato in un articolo del mio blog [LO TROVI QUI].

Come rivestire un camino in cartongesso: le conclusioni

Prima dei saluti voglio darti un ultimo consiglio.

Non sottovalutare l’intervento.

Dedica tempo ed attenzione alla ricerca del professionista: è fondamentale per la buona riuscita del lavoro.

Se hai ancora domande scrivi pure un commento qui sotto: ti risponderò con molto piacere!

Ti ricordo che oltre al blog puoi seguirmi anche su:

◼︎ la pagina Facebook;
◼︎ il canale Youtube;

A presto!
Lorenzo

Come rivestire un camino in cartongesso? (e perché scegliere questo materiale) 2018-01-10T15:59:59+00:00 Lorenzo

Lascia un commento

Torna su
Ristrutturazione bagno

×