Infissi in pvc: guida completa all’acquisto (per evitare fregature)

Infissi in pvc: guida completa all’acquisto (per evitare fregature)

Stai pensando di installare degli infissi in pvc ma vuoi saperne di più? Ottimo: questa guida è ciò di cui hai bisogno. 

Tra poco troverai risposte alle domande che scommetto ti frullano per la testa.

C’è di più.

Le “diritte” che stai per leggere arrivano direttamente da un professionista del settore.
Un professionista che conosce gli infissi in pvc perché li produce direttamente nella sua azienda.

Infissi in pvc: una premessa su questo articolo

So cosa potresti pensare.

“Se l’articolo è scritto con la collaborazione di un produttore, sicuramente parlerà bene di questi serramenti”. 

Vero, ma ti parlerò anche dei difetti del pvc.

Voglio darti le informazioni per capire se questo materiale è ciò che fa al tuo caso.

Te lo prometto: troverai alcune indicazioni fondamentali che quasi sicuramente non conosci.

Indicazioni che ti saranno molto utili per decidere.

Prendi nota! 

Pregi e difetti degli infissi in pvc

Che ne dici di partire dai pro e i contro di questo materiale? 
infissi-in-pvc-pro-e-contro

Pregi del PVC:

◼︎ la stabilità (compresa un’ottima resistenza agli agenti atmosferici);
◼︎ la versatilità (viene utilizzato per realizzare manufatti rigidi e flessibili);
◼︎ è ignifugo;
◼︎ è igienico (usato anche per applicazioni mediche);
◼︎ è impenetrabile a liquidi, gas o vapori;
◼︎ può durare fino a 100 anni (se non di più);
◼︎ bassa conducibilità termica (poca dispersione di calore e quindi un buon grado di isolamento termico);
◼︎ buon fonoassorbente (se accoppiato al giusto vetro);
◼︎ richiede poca manutenzione;
◼︎ buon rapporto costi-benefici;

Niente male…ma ci sono anche i punti a sfavore.

Difetti del PVC:

◼︎ instabile, se all’interno non si inserisce un rinforzo in acciaio di spessore adeguato (≥ 1,5 mm.);
◼︎ la saldatura degli angoli, a volte, presenta qualche piccolo difetto;
◼︎ può ingiallire, se si utilizzano profili in lega di piombo “classe B”;

I “contro” sono in minoranza (ed ora li conosci).

Tra i pro, invece, una delle qualità più apprezzate è la poca manutenzione richiesta.

Basta poco per prendersi cura di porte e finestre.

Manutenzione ordinaria e straordinaria degli infissi in pvc

infissi-in-pvc-manutenzione
Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria è sufficiente:

◼︎ pulire gli infissi con una spugna o un panno umido;
◼︎ pulire gli scarichi di drenaggio acqua e le guide di scorrimento (periodicamente);
◼︎ lubrificare (ogni 12 mesi) tutte le parti metalliche, cerniere e ferramenta dove ci sono punti di chiusura;

Ti stai chiedendo che prodotto utilizzare per lubrificare? 
Questo è perfetto [CLICCA QUI]

Piccoli accorgimenti che tengono in salute gli infissi, allungandone la vita.

Come riconoscere un buon produttore/rivenditore di infissi in PVC?

infissi-in-pvc-opinioni
Ora arriva il “bello”.

Con le informazioni raccolte potresti già richiedere dei preventivi.

Hai solo l’imbarazzo della scelta: la piazza è piena di produttori e rivenditori.

A cosa dovresti stare attento? 

Verifica che:

◼︎ l’infisso sia Made in Italy (realizzato al 100% in Italia);
◼︎ l’infisso sia certificato (certificato prodotto IIP n° 01/328/2004, certificazione sistemi di qualità ISO 9001, marcatura CE);
◼︎ l’infisso sia garantito (con garanzia scritta);

La legge prevede una garanzia di 2 anni, ma alcune aziende forniscono garanzie di maggiore durata (anche 10 anni).

Quelli appena visti sono i controlli principali.

Ce ne sono altri, decisamente più tecnici, che ti elenco per completezza.
Qualora avessi dei dubbi/domande chiedi pure con un commento all’articolo.

I controlli più tecnici:

◼︎ i rinforzi in acciaio devono essere proporzionati alle dimensioni degli infissi;
◼︎ l’isolamento acustico ideale dovrebbe essere compreso tra i 33 e i 44 db (in base al contesto abitativo);
◼︎ il vetro deve essere a bassi emissivi (per il risparmio energetico);
◼︎ il profilo deve essere adatto al clima severo S (norma UNI EN 12608);
◼︎ non è importante il numero delle camere dei profili, ma la prestazione termica del nodo;

Come vedi non ho citato il prezzo.

NON è un caso.

Considerata importanza e scopo dell’acquisto valuta (prima) cosa può darti un rivenditore rispetto ad un altro.

Vuoi un esempio?

Infissi in pvc: acquisterai da un socio ANFIT?

Un altro punto importante.
Alcune aziende produttrici di serramenti in PVC sono associate all’ANFIT.

infissi-in-pvc-garanzia

Che cos’è l’ANFIT?
È l’associazione nazionale che tutela la finestra Made In Italy.

Il suo scopo è promuovere le finestre progettate e realizzate interamente in Italia, da aziende italiane.
Inoltre controlla e garantisce che siano rispettati i criteri di qualità, sicurezza, tutela dell’ambiente e risparmio energetico.

Non solo.

I serramenti dei soci (quindi dei produttori) ricevono un’etichetta energetica numerata e un’etichetta di posa, che rendono tracciabile tutta la filiera di produzione.

Tradotto: con un clic è possibile conoscere vita, morte e miracoli di un serramento!

Senza contare la polizza assicurativa.

Infissi in pvc: cosa prevede la polizza assicurativa ANFIT?

Questa è un’ulteriore garanzia che dovrebbe farti riflettere.

Se acquisterai da un socio ANFIT avrai una doppia copertura.

◼︎ Responsabilità civile prodotti (RCP)

Sarai indennizzato per danni causati a persone o cose da serramenti difettosi o installati in modo non corretto.

◼︎ Ritiro e rimpiazzo (RIMPIAZZO)

Sarai indennizzato qualora il prodotto/servizio ricevuto presenti difetti/vizi riconosciuti.

Due polizze che ti proteggeranno anche in caso di cessazione dell’attività del produttore e/o installatore.

Infissi in pvc: quali produttori/rivenditori evitare?

migliori-infissi-in-pvc
Innanzitutto tieni conto che produrre un serramento in Italia richiede standard di qualità maggiori, rispetto ad altri paesi (soprattutto dell’Est Europa).

L’80% della superficie di una finestra è vetro e per garantire l’incolumità delle persone, in Italia, è obbligatorio montare vetri di sicurezza.

Uno standard non sempre previsto all’estero.

Per smascherare chi non è in regola richiedi sempre:

◼︎ il certificato energetico dei serramenti;
◼︎ la marcatura CE;
◼︎ la dichiarazione “sostanze pericolose” relativa ai serramenti;
◼︎ il certificato d’origine;

Infissi in pvc: si o no?

Se sei arrivato a leggere sin qui dovresti avere le idee abbastanza chiare.

In caso contrario, per qualsiasi domanda, hai a disposizione la sezione “commenti” qui sotto.

Riceverai una risposta direttamente da Stefano Tosato, titolare di Reale Infissi (Villa del Conte – Padova), che mi ha dato un prezioso aiuto per la scrittura dell’articolo.

La sua azienda vende principalmente in Veneto e Lombardia, ma tramite i suoi rivenditori raggiunge tutta l’Italia.
Se avessi bisogno di un preventivo ti lascio i loro riferimenti.
Sito Internet: https://www.realeinfissi.it/ e pagina Facebook [CLICCA QUI].

Per rimanere in contatto con me sui social, invece, ecco dove puoi trovarmi:

◼︎ pagina Facebook;
◼︎ canale Youtube;

A presto!
Lorenzo

Infissi in pvc: guida completa all’acquisto (per evitare fregature) 2018-03-16T18:36:25+00:00 Lorenzo

5 Commenti

  • Giacomo
    22 marzo 2018 9:25

    Ciao Lorenzo. Articolo molto interessante e completo sull´argomento infissi. Ho ristrutturato da poco un appartamento ma avevo tralasciato (volutamente) la sostituzione delle vecchie finestre (40 anni) in legno con singolo vetro ma ancora in ottimo stato. Capisco che tali infissi, oggigiorno farebbero sorridere ma, ripeto, sono ancora in ottimo stato e non mi andava di affrontare questa ulteriore spesa.
    Volevo farti ora 2 domande:
    1) per rimanere in una spesa contenuta, converrebbe aggiungere il doppio vetro alla finestra attuale (ripeto, di legno, credo palissandro) oppure la differenza sarebbe ben poca cosa andandole a sostituire completamente? E cosa costerebbe la sola aggiunta del secondo vetro?

    2) esistono finestre in pvc con “effetto legno”, così da non modificare l´estetica della palazzina?

    3) premesso che – immagino – si sarà tanta offerta sul mercato, che tu sappia, su che prezzo si aggirano nuovi infissi come da mie esigenze appena descritte?

    Grazie.

    • Lorenzo
      22 marzo 2018 18:40

      Ciao Giacomo!
      Qui sotto ti ha risposto direttamente Stefano, di Reale Infissi ????
      Lorenzo

  • Stefano Tosato Reale Infissi
    22 marzo 2018 17:40

    Salve,
    1 cambiare il vetro nelle finestre attuali sicuramente sarebbe una miglioria ma non risolverebbe il problema isolamento, bisognerebbe agire con l’ aggiunta di guarnizioni perimetrali in grado di trattenere gli spifferi d’ aria. Questo tipo di lavoro risulterebbe molto costoso rispetto al cambio con dei nuovi serramenti. Il prezzo medio di un doppio vetro si aggira sui 50euro/mq esclusa installazione.
    2 certo !! esistono effetti legno molto realistici e duraturi nel tempo…
    3 il prezzo dei nostri infissi viene fatto in base alle misure dei serramenti esistenti per dare modo di capire se servono ad 1 anta o 2, scorrevoli o battenti, portoncino o portafinestra (un infinità di varianti 🙂 )se le interessa capire meglio come agire e a come scegliere il prodotto giusto, può richiedere un preventivo senza impegno alla nostra mail preventivi@realeinfissi.it
    cordiali saluti
    Reale Infissi

    • Giacomo
      23 marzo 2018 13:26

      Grazie per le informazioni.

      • Lorenzo
        26 marzo 2018 10:04

        ????

Lascia un commento

Torna su
Ristrutturazione bagno

×