Come ristrutturare un bagno piccolo? 4 Trucchi Vincenti [VIDEO]

Come ristrutturare un bagno piccolo? 4 Trucchi Vincenti [VIDEO]

Ristrutturare un bagno piccolo è semplice, se sai come fare.

Nel post di oggi voglio svelarti 4 strategie che puoi utilizzare quando devi rifare un bagno di piccole dimensioni.

Grazie a questi trucchi il locale sembrerà più grande di quanto sia in realtà.
I consigli che stai per leggere funzioneranno anche se lo spazio a tua disposizione è praticamente inesistente.

Se non hai esperienza in materia, prima di partire, ti consiglio di leggere il mio articolo dedicato alle fasi che compongono il rifacimento del bagno.

Al suo interno troverai tutti i passaggi (con relative foto) che ti aiuteranno a capire cosa ti aspetta quando devi realizzare questo intervento.

Trovi tutto a questo link  ►► [clicca qui!]

Adesso possiamo proseguire. 😉

Come fai a sapere se il tuo bagno è piccolo?

Piccola premessa.
Quando parlo di “bagno” intendo un servizio igienico completo.

Deve esserci il lavabo, il water, il bidet, la doccia o in alternativa la vasca.
Se manca anche uno solo di questi elementi non è un bagno completo.

Quando dico “piccolo” mi riferisco invece ad un locale con superficie inferiore a 4 mq.
Facciamo due rapidi esempi.

Questo è un piccolo servizio:

pianta-piccolo-bagno-di-servizio
Come vedi c’è il lavabo, il wc e la doccia.
Manca il bidet e la superficie è inferiore ai 4 metri quadrati.

Adesso vediamo un bagno vero e proprio:

pianta-bagno-completo
In questo caso ci sono tutti gli elementi, e la superficie è di 5,05 mq.

banner-video-1

Come ristrutturare un bagno piccolo: trova lo spazio [che non c’è]

Stabilite queste regole, è il momento di rimboccarsi le maniche. 🙂
All’inizio ti dicevo che puoi utilizzare 4 strategie.
Queste strategie funzionano alla grande, sempre, indipendentemente dalle dimensioni del locale.

Eccole qui.

STRATEGIA #1: UTILIZZA I COLORI GIUSTI

colori-adatti-per-bagnocolori giocano un ruolo importantissimo nelle ristrutturazioni.

Alcuni di essi hanno la capacità di allargare visivamente le dimensioni della stanza.
Altri fanno l’esatto contrario.

E’ un gioco di percezioni.

Considerato che i sanitari che sceglierai saranno quasi certamente bianchi, si tratta di concentrarsi sui colori degli altri elementi del bagno.

Mi riferisco soprattutto a pavimenti e rivestimenti.
Prima di acquistarli dovresti sempre tenere a mente una cosa.

“I colori caldi tendono a restringere un ambiente, quelli freddi tengono ad allargare un ambiente”.

In linea generale le cose stanno così, ma ovviamente puoi “mescolarli” ed abbinarli per ottenere l’effetto desiderato.

A questo punto vorrai sapere quali sono i colori caldi e quelli freddi.

Tra i colori caldi abbiamo:

• il rosso;
• l’arancione;
• il giallo;

Mentre tra quelli freddi freddi ci sono:

• il blu;
• il verde;
• il viola;

Questa è la base di partenza, poi ci sono una moltitudine di tonalità tendenti più al freddo piuttosto che al caldo.

Per farti comprendere ancora meglio l’importanza dei colori ti faccio vedere delle foto di bagni reali.

Partiamo da questo:

bagno-piccolissimo-rosso

Non è il massimo, vero? 🙁
Parliamoci chiaro: è un pugno nell’occhio.

Questo è un esempio dal quale stare molto lontano.
Prima ti dicevo il rosso è un colore che tende a restringere visivamente lo spazio (è caldo).
Come se non bastasse c’è anche il wc marrone, un altro colore terribile.

Comunque, se ami i colori caldi, non devi disperare.
Puoi sempre giocare con altre tonalità fredde e con gli arredi, in modo da rendere più piacevole l’insieme.

Nel bagno qui sotto ci sono riusciti:

bagno-ristrutturato-rosso
Molto meglio!
Qui ogni elemento ha il suo angolo e il suo ruolo.

Se invece desideri una scelta cromatica più uniforme puoi prendere spunto da una ristrutturazione che ho seguito qualche tempo fa.

Te la faccio vedere in questo brevissimo video:

Anche qui lo spazio era limitato, ma si è puntato su colori tenui (bianco e grigio) per ottenere un locale completo (fammi sapere che ne pensi con un commento all’articolo!) 😉

STRATEGIA #2: OCCHIO AGLI ARREDI

Il secondo trucco riguarda i sanitari del tuo bagno. arredo-adatto-per-bagno-piccolo
Ricorda che stiamo ipotizzando la ristrutturazione di un locale con lavabo, wc, bidet e doccia (la vasca è troppo ingombrante).

Su sanitari e arredi hai a disposizione una scelta talmente vasta che è quasi impossibile non trovare ciò che stai cercando.

Forse potresti avere il problema contrario: a causa della troppa scelta sarai indeciso su cosa fa al tuo caso.

Questo è un dilemma che non ti riguarda se l’impresa a cui affiderai i lavori sa il fatto suo.
Se invece sono a corto di idee sarai tu a dirgli cosa vuoi realizzare: al termine della lettura avrai le idee piuttosto chiare. 😉

Il lavabo

Un lavabo di misure regolari (standard) ha una profondità di circa 50 centimetri.
Non male, ma tu hai necessità di guadagnare spazio.
Ti consiglio quindi di puntare su qualcosa di…diverso.

Per quanto riguarda il lavabo, di seguito ti allego alcune mie proposte (ordinate per profondità crescente).
Sono tutti lavandini con una profondità pari od inferiore a 40 centimetri.

Il minimo indespensabile (profondità 22 cm!)

lavabo-kiamami-valentina-mod-striscia
Per questo modello hai 2 possibilità: larghezza 40 oppure 80 cm.
Viene consegnato online in tutta Italia, il venditore è Trentino (persona seria, ho fatto vari acquisti anche io).
[controlla qui disponibilità e prezzi]

Funzionale e bello (profondità 38 cm)

mobile-bagno-sospeso-piccolo
Questo è un modello che mi piace molto, realizzato in mineralmarmo.
Ha anche il mobile con lo spazio per riporre vari oggetti [controlla qui disponibilità e prezzi]


Ottima soluzione (profondità 39 cm)

mobile-lavabo-con-specchio

Il modello qui sopra, invece, include il mobile sottolavabo, lo specchio e anche la lampada.
Il design è anche abbastanza moderno [controlla qui disponibilità e prezzi]

Il Kit (profondità 40 cm)

set-mobile-bagno

Qui hai una profondità di 40 cm, con il “kit“: lavabo in ceramica, portasciugamani in acciaio, specchio, lavandino ed armadietto [controlla qui disponibilità e prezzi]

Forme arrotondate (profondità 40 cm)

lavabo-bagno-da-appoggio

In questo caso si tratta di un lavabo da appoggio (in ceramica), con forme arrotondate e adatto ad un bagno moderno.
Tra quelli citati è il più profondo (40 cm) [controlla qui disponibilità e prezzi]

Scegli quello che più ti piace ed otterrai un po’ di spazio per il passaggio (almeno 10 cm).
Uno spazio molto utile, soprattutto se il locale è stretto e lungo.

Wc e bidet

Anche qui l’obiettivo è quello di trovare sanitari che agevolino i movimenti all’interno del locale.
Punta quindi su wc e bidet a filo parete.

Esattamente come quelli della foto:

sanitari-filomuro-gemma-2
Quelli in foto sono un ottimo prodotto (ceramica Dolomite® – Serie Gemma 2).
Anche i ragazzi con cui collaboro li utilizzano in qualche ristrutturazione. 🙂

Bidet filo parete: controlla qui disponibilità e prezzi 
Wc filo parete: controlla qui disponibilità e prezzi 

Se poi è possibile installa un wc con cassetta di scarico interna alla parete.
Un wc con cassetta esterna ti farebbe perdere qualche centimetro di profondità.

La doccia

Per il piatto doccia una scelta vincente potrebbe essere quella di utilizzare un piatto angolare semicircolare:

piatto-doccia-angolare
Questo è quello che si definisce anche come “piatto doccia arrotondato
[controlla qui disponibilità e prezzi]

Avrai già capito che lo scopo è quello di eliminare uno spigolo, per rendere l’ambiente il più “armonioso” possibile.
Stai attento solo a non prenderne uno troppo piccolo…rischi di non riuscire a muoverti quando devi farti la doccia!
Un 80×80 va bene, ma al di sotto potresti iniziare a sentirti un pò “soffocato”.

Sul box doccia ho un unico consiglio: prendine uno trasparente (ce ne sono in cristallo, di vari spessori).

STRATEGIA #3: SFRUTTA LE NICCHIE

sfrutturare-spazi-bagno-piccoloMi riferisco alle nicchie che a volte si trovano su vecchi immobili.
Quando presente, puoi sfruttarla per installare il termoarredo.

Se non è presente, puoi crearla tu (la parete deve avere uno spessore sufficiente).

Anche qui l’obiettivo è quello di ottimizzare al massimo lo spazio che, purtroppo, è latitante. 🙂

Tieni presente che già con i primi due trucchi puoi ottenere risultati straordinari, quindi se non ti è possibile ricavare una nicchia non è un problema.

E comunque puoi sempre posizionare lo scalda salviette in un posto dove non crea intralcio.
In genere la posizione più gettonata è sopra il bidet.

Nelle foto qui sotto ti faccio invece vedere la differenza tra una nicchia già presente ed una ricavata ex novo.

Nicchia già presente:

nicchia-per-termoarredo
Nicchia ricavata:

nicchia-per-scaldasalviette

STRATEGIA #4: INSTALLA UNA PORTA SCORREVOLE

porta-scorrevole-bagno-piccoloSe ti è possibile, installa una porta scorrevole.

Perché?

Perché è un’autentica manna dal cielo!

E’ vero, si tratta di un’altra spesa nella tua ristrutturazione, ma i vantaggi sono impagabili.

Come sempre l’obiettivo numero uno è quello di guadagnare spazio per muoversi meglio dentro il bagno.

Tuttavia c’è anche un altro vantaggio.
Anche in questo settore la scelta riguardo il design e i modelli è ampia.
Questo significa che, se sei un pignolo come lo sono io, potrai individuare il serramento perfetto per la tua casa.
Ti consiglio di visitare il sito della Scrigno® , dove hai la possibilità di confrontare le loro proposte.

Come ristrutturare un bagno piccolo: tiriamo le somme

Che ne pensi dei consigli che hai trovato in questo articolo?
Fammelo sapere con un commento! 😉

Sono semplici trucchi che vanno bene indipendentemente dallo spazio a disposizione.
Se stai per intraprendere questo tipo di intervento, ricorda quello che hai appena letto.

Una cosa prima di salutarci: restiamo in contatto! 🤝

Iscriviti alla mia newsletter o al mio canale Youtube (il più più grande d’Italia su ristrutturazione e arredo di interni).

video-arredamento

A presto!
Lorenzo

Come ristrutturare un bagno piccolo? 4 Trucchi Vincenti [VIDEO] 2016-11-07T13:59:17+02:00 Lorenzo

4 Commenti

  • Caterina
    5 Gennaio 2017 10:12

    grazie per l’articolo Lorenzo. devo ristrutturare il bagno (il mio è di appena 3mq) e i consigli che ho letto me li segno. farò i lavori in primavera.
    mi spiace perché abito in una zona che i ragazzi con cui collabori non seguono.
    ma grazie lo stesso.
    Caterina

    • Lorenzo
      6 Gennaio 2017 17:30

      Grazie comunque per il commento, Caterina 🙂

  • Je
    28 Dicembre 2017 16:25

    Ha qualche consiglio per Milano/Pavia? Imprese che svolgono questo tipo di interventi?
    Grazie

    • Lorenzo
      29 Dicembre 2017 8:47

      Non ho un’impresa di cui mi fido da poterti segnalare.
      Ti consiglio però di prendere accordi scritti e di chiedere una penale giornaliera (anche 50 euro) per ogni giorno di ritardo sulla consegna delle opere.
      Quando devi scegliere sanitari ed arredi non aspettare l’ultimo momento: una volta presi accordi con l’impresa e stabilito il giorno di inizio lavori puoi fare il tuo ordine allo showroom.
      Dai un’occhiata a questo mio articolo: http://bit.ly/2wmubtw
      Buona giornata!

Lascia un commento

Torna su