Ristrutturazioni e truffe: non farti fregare!

Ristrutturazioni e truffe: non farti fregare!

Ristrutturazioni e truffe: un impresario del settore edile è riuscito a truffare parecchie persone utilizzando un vecchio trucco. Scopri come ha fatto.

Mi piacerebbe parlare sempre delle belle cose che accadono nell’edilizia (vecchi appartamenti che tornano come nuovi, sogni che si realizzano…), ma l’argomento di oggi non ha nulla di positivo.

Si tratta di una truffa, progettata nel dettaglio da un impresario del settore.

Una truffa con uno schema già visto anche in altri settori.

A me è stata raccontata da un ex-fornitore dell’impresario edile protagonista del post.
Un fornitore che sta ancora aspettando di vedere i suoi soldi.

Stai attento a chi ti rivolgi quando ristrutturi casa…e tieniti forte perché la storia è angosciante.

Ristrutturazioni e truffe: prima di tutto serve un’esca

truffe-ristrutturazioni-escaTutte le truffe ne hanno una.

Serve per invogliarti ad entrare in contatto con il truffatore.

In questo caso l’esca è il prezzo della ristrutturazione (bagno, appartamento..etc…).

Avrai già capito che mi riferisco a prezzi piuttosto convenienti, che vengono sbandierati su internet e su volantini recapitati per posta.

Come specchietto per le allodole è piuttosto banale, ma se viene utilizzato c’è un motivo.

Il prezzo viene sottoscritto con un regolare contratto.
Lo fa per  dimostrarti che si impegna a mantenere la promessa del prezzo più basso del mercato.

Una volta firmato il contratto sei in trappola.

Gli stringi la mano, soddisfatto dell’affare appena concluso, e pensi di aver risparmiato un po’ di soldi.
Invece stai per sborsarne più di quanti tu possa immaginare.

Ipotizziamo che tu debba ristrutturare il bagno.

Iniziato lo smantellamento del locale, l’impresario si preoccupa di creare qualche danno ad hoc.
Di solito le sue attenzioni sono rivolte alle tubazioni dell’impianto idraulico (mi riferisco a quelle che non sempre andrebbero sostituite, come ad esempio la colonna di scarico) oppure all’impianto elettrico.

A questo punto ti contatta, dicendo di aver trovato imprevisti che non dipendono dall’impresa, e che tu non gli avevi segnalato.
Ti fa anche presente che il prezzo stabilito in partenza deve essere adeguato, in base alle aggiunte.

Tu cosa faresti?
Hai due strade davanti a te.

STRADA #1: GLI PAGHI LA DIFFERENZA

Hai un cantiere aperto in casa, sono sorti subito dei problemi e non vedi l’ora che finisca tutto quanto.ristrutturazioni-truffe-guida

Probabilmente senti puzza di fregatura, ma ormai è troppo  tardi.

Sconsolato, gli dici di procedere e (a denti stretti) gli paghi la differenza.

Fatti due conti, non hai risparmiato nulla e ti è venuto pure il mal di stomaco.

STRADA #2: NON VUOI PAGARE LA DIFFERENZA

truffe-ristrutturazioni-come-evitarleQuesta è la seconda opzione.

Un’alternativa che comunque non ti permette di uscirne vincitore.

All’inizio dell’articolo ho scritto che la truffa è stata progettata nel dettaglio.

Forse è anche per questo che sta in piedi.
Il suo creatore è un poveraccio (povero dentro, intendo) ma non è stupido.

Il contratto che ti ha fatto firmare non lo ha scritto da solo.
Sono pronto a scommettere che si è appoggiato ad un legale compiacente.

Insieme hanno concordato tutti i punti e le clausole per mettere al riparo i suoi interessi e per farti rimanere con il cerino in mano.

Se ti rifiuti di pagare la differenza, ma pretendi di veder consegnate le opere, la sua risposta è sempre la stessa:

“Devi rispettare il contratto che hai sottoscritto. Quindi mi devi dare quanto concordato. Altrimenti mi tengo l’anticipo, raccolgo le mie cose…e ti arrangi”

Ristrutturazioni e truffe: come siamo messi?

Ti è chiara la situazione?

1.Hai dato dei soldi ad uno che sa vendersi (ma solo se non sei informato!);
2.Appena entrato in casa blocca le opere e chiede denaro non previsto nel contratto;
3.Se ti rifiuti di mettere sul piatto la differenza usa il contratto come arma a suo favore;

Puoi denunciarlo, ma ricorda che chi vive di queste cose ha già previsto tutto.
Sa benissimo che i rischi sono minimi, in confronto alle possibilità di guadagno.

Tante persone cedono al suo ricatto e gli pagano quanto richiesto.
Solo pochi clienti gli hanno sbattuto la porta in faccia, perdendo comunque l’anticipo.

Il regista della truffa non si preoccupa solo di trattare i clienti come limoni da spremere.
E’ talmente infame che riesce a spillare qualche cent anche ai suoi artigiani.

Si tratta quasi sempre di cittadini extracomunitari che lui assoda a chiamata, e che puntualmente liquida nel giro di una settimana-dieci giorni con questa scusa:

“Non lavori bene, non ho bisogno di uno come te”

Molti di questi lavoratori rimangono  a bocca asciutta, oppure devono accontentarsi di pochi euro con i quali probabilmente non si pagano neanche la spesa per il mese.

funzionamento-truffa-ristrutturazioni
Quando mi hanno raccontato questa storia non ero troppo stupito.
Già in passato avevo sentito racconti simili, e bene o male i punti cardine erano sempre gli stessi.

I pilastri sono questi:

● l’esca (di solito è il prezzo stracciato);
● la rapidità (tutto deve nascere e chiudersi in poco tempo);
● rischi calcolati (il truffatore è nullatenente);
● la ripetizione (il sistema si deve poter “vendere” a quante più persone possibili);

Mi soffermo un attimo sulla rapidità.

Sempre secondo il suo ex-fornitore, il protagonista della vicenda sta mettendo da parte il denaro per trasferirsi all’estero, dove ha già costruito una casa con i soldi rubati qui in Italia.
In pratica ha rastrellato (e continua a farlo) tutti gli euro che poteva nel minor tempo possibile.
Una volta raggiunto un gruzzoletto considerevole potrà espatriare sereno.

Il suo lascito alla nazione sarà un buco enorme (tra collaboratori, imposte evase, fornitori…).

Ristrutturazioni e truffe: di chi è la colpa? [e come puoi difenderti]

soluzione-truffe-ristrutturazioniQuasi tutti, bene o male, abbiamo preso almeno una fregatura nella nostra vita. 
Io ne ho prese tante
e puntualmente ho dovuto riconoscere che la responsabilità era mia.

Mi sono anche reso conto che riuscivano a prendermi per il naso a causa della mia ignoranza.
Detta in altre parole: non avevo le informazioni e non mi impegnavo per cercale.

Ed è proprio qui che casca l’asino.
Chi si rivolge a personaggi come quello che ti ho presentato oggi, di solito lo fa per due motivi:

● non ha voglia di informarsi su quello che deve fare;
● è in cerca della soluzione facile e a buon mercato;

Non funziona così.

Quando ristrutturi casa, e metti sul piatto migliaia di euro, hai bisogno di avere le informazioni giuste.

Per fare un paragone, le informazioni sono importanti quanto l’acqua nel deserto quando sei disidratato e stai per fare un collasso.

Dove trovi le informazioni che ti servono?

Beh, se sei arrivato a leggere sin qui hai già ricevuto qualche dritta che potrai usare come promemoria.
Nel blog troverai tanti post utili (con foto, video…) e sui social network dove sono presente vedrai anche altri contenuti extra.

Quello che considero il punto di partenza rimane comunque il mio primo articolo.

Lo trovi qui ►► Link Articolo 

Al suo interno, oltre a raccontarti un’esperienza che mi ha toccato molto da vicino, ti svelo il primo degli errori che spesso compie chi deve ristrutturare casa.

Se poi questo post ti è stato utile ti chiedo di condividerlo e di lasciare un “Like” (mi trovi anche su YouTube!) 🙂

 

A presto! 😀
Lorenzo

ebook-ristrutturazioni

 

Ristrutturazioni e truffe: non farti fregare! 2016-11-07T13:56:01+02:00 Lorenzo

7 Commenti

  • gianni
    26 Giugno 2017 18:09

    no è che sei tu il truffaore in oggetto?
    Proponi i tuoi collaboratori?

    Non me la racconti giusta….

    • Lorenzo
      27 Giugno 2017 14:56

      No, il truffatore non sono io.
      Se hai questi dubbi sui “miei” (?) collaboratori ti anticipo che nei prossimi mesi (qui sul blog e sul canale Youtube) vedrai molti professionisti (magari anche no, perché non seguirai più il blog).
      Non sono miei collaboratori: do visibilità a chi sa fare il suo lavoro in maniera professionale (e può dimostrarlo)
      Se non te la racconto giusta hai varie possibilità:
      – starmi alla larga;
      – scrivermi con nome/cognome reali (oppure inviami il tuo numero, che non pubblicherò), così da capire se c’è qualcosa che posso migliorare
      Buona giornata
      Lorenzo

  • Kurara
    8 Gennaio 2018 11:12

    Ecco, quello che è successo a me! A ciò si aggiunga che ho ricevuto pure minacce e dispetti da parte dell’impresa a cui ho affidato i lavori. Un incubo che non è ancora finito, e ho pochissimi elementi da utilizzare in un eventuale processo, per dimostrare la loro malafede, poiché le persone coinvolte hanno ben pensato, nonostante le mie continue richieste, di non rilasciarmi nulla di scritto, neanche ricevute dei pagamenti! Per fortuna ho tutte le matrici degli assegni

    • Lorenzo
      8 Gennaio 2018 13:47

      Mi spiace sentire queste cose.
      Purtroppo non sei l’unica e, come hai capito, è difficile dimostrare la malafede dell’impresa (soprattutto quando non c’è nulla di scritto).
      Ti faccio il mio “in bocca al lupo” e Grazie per il commento 🙂
      Lorenzo

  • mauro
    28 Gennaio 2018 18:43

    comprendo bene , e un’azienda edile al Nord , ha trovato un sistema per raggirare il fisco e le persone. In che modo? con preventivi in nero x lavori di ristrutturazione, se vuoi avere uno sconto corposo, senza emettere fattura ad ogni acconto che ti chiede in tranche diverse ed in contanti.. Il loro sistema è di non eseguire bene lavori, creare un danno serio e voluto, e quando la povera vittima glielo segnala ti chiede ancora dei soldi X RIPARARE, 1000 euro c.a., xchè non è dipeso da loro.. Non solo l’ accusa di non aver estinto il debito che ammonterebbe ancora di 1000 euro c.a., QUANDO VA BENE, perseguitando il mal capitato con minacce legali in ogni dove, anche x strada, COME uno stalker… Sceglie bene le vittime più vulnerabili…

  • mauro
    28 Gennaio 2018 18:44

    Inoltre il titolare insieme la moglie sistematicamente, in diverse attività parrucchieri oltre a far loro il prezzo (anche in ristoranti e ottici…ect….), li denunciano con il loro avvocato, x averle arrecato danni ai capelli, riscuotendo altro denaro illecito…!! Non merita di esercitare la Sua attività ancora, oltre farlo irradiare dagli albi in cui è iscritto… Qualcosa si potrà fare no…?? … vicenda reale…

    • Lorenzo
      30 Gennaio 2018 15:04

      Ciao Mauro,
      mi dispiace sentire queste storie.
      Cosa si può fare? Beh se una persona lo ritiene opportuno può denunciare.
      Il problema è che chi utilizza questi “sistemi” sa benissimo a cosa va incontro.
      Pianifica tutto a tavolino (per tempo) e si mette al riparo da “grossi” rischi.

Lascia un commento

Torna su