Bagno rustico: come realizzarne uno da copertina

Bagno rustico: come realizzarne uno da copertina

Il bagno rustico è delizioso.

Piccolo problema: come realizzarne uno perfetto per lo stile della tua casa?

Internet e riviste di settore sono piene zeppe di informazioni.

Informazioni spesso sparse e disordinate.

Rischi di annegare nell’oceano di arredi ed accessori per il bagno, finendo per non combinare nulla.

Non è tutto.

Potresti acquistare elementi che, abbinati tra loro, regalano un effetto estetico terribile.

Come ridurre al minimo questi pericoli?

Parti dal principio.

Cosa vuol dire bagno “rustico”?

Rozzo, molto semplice, non elegante, non rivestito, alla buona.

Tutti sinonimi di uno stile che dovresti imprimere al tuo nuovo bagno.

Questo in teoria: sono certo che non vuoi un locale rozzo e trascurato. 🙂

Il bagno rustico contemporaneo lo riconosci immediatamente.

Innanzitutto ha poco da spartire con i locali utilizzati un tempo dai contadini italiani (“rustico” significa anche “di campagna” n.d.a).

È sicuramente moderno, ben rifinito e va bene anche se abiti in centro città.

Ma devi conoscere alcune cose.

Arredare un bagno rustico: 3 cose da sapere

I punti qui sotto sono l’ABC.

Metteranno il turbo alle fasi dell’arredo (quindi prendi carta e penna!).

#1: Il contesto

Guarda la foto:

bagni-rustici-di-montagna
È un bagno rustico (può piacerti tanto o poco) e una cosa è certa: NON va bene per qualsiasi ambiente.

Un esempio?
Se hai un appartamento in stile minimal un locale come quello in foto non sarà “conforme” al resto della casa.

Come rimediare se vuoi a tutti i costi il tuo bagno rustico?

Chiediti su quali elementi dell’arredo puntare (proseguendo la lettura capirai cosa intendo).

#2: Dimensioni e luce

In un bagno lo spazio non è infinito.
I locali di piccole dimensioni vanno arredati usando il bilancino di precisione.

A maggior ragione se il locale è anche cieco.

Tradotto? Dovrai tenere conto di ciò che hai appena letto.

Dimensioni e luce condizioneranno sempre le scelte dell’arredo.

Nell’articolo vedrai esempi lampanti.

#3: Less is more
bagno-rustico-moderno

“Meno è meglio”.

Una regola d’oro, da stampare a lettere cubitali.

Sai qual é uno degli errori più comuni quando si vuole ricreare uno stile d’arredo?

Esagerare.

Tu non farlo.

Per ottenere il bagno rustico che desideri dovrai creare un ambiente piacevole ed armonioso (non un pugno nell’occhio, per capirci).

Quali materiali utilizzare nel bagno rustico?

Ora conosci l’ABC.

Andiamo oltre: parliamo dei materiali.

Com’erano fabbricati i rustici delle nostre campagne?

Nelle costruzioni trovavi:

◼︎ legno (travi, porte, pavimenti);
◼︎ pietra (muri e pavimenti);
◼︎ mattoni pieni (muri ed immancabile camino);
◼︎ ferro (tiranti ed oggetti di uso quotidiano);
◼︎ paglia;

Per il tuo bagno rustico contemporaneo non sei obbligato ad utilizzare tutti questi materiali.

Ti consiglio di puntare soprattutto su legno (scelta quasi obbligata) e sulla pietra.

Con qualche “innesto” ad hoc (che vedrai tra poco e che sono certo apprezzerai).

La zona lavabo del bagno rustico

Personalmente adoro i top in legno massello.
In particolare quelli “grezzi”.

mensola-lavabo-legno
Perché li adoro?
Prima di tutto per la sensazione che trasmettono al tatto, quando tocchi la parte non lavorata.

Una sensazione ruvida, viva.

È un oggetto artigianale, unico e…rustico.

Inoltre le tubature sono a vista: questo amplifica la sensazione di “incompleto” (come le vecchie case di campagna, non rivestite).

Se preferisci ci sono comunque i top completamente lavorati.
Ti consiglio di puntare sempre su quelli in legno massello.

top-per-lavabo-legno
A questo punto potresti avere una domanda.

Dove metti gli oggetti che solitamente vanno nel mobile sottolavabo?

Hai 2 possibilità.

La prima: non rinunci al mobile sottolavabo.
I modelli sono molti e non avrai problemi con le dimensioni.

Seconda possibilità: riponi gli oggetti da un’altra parte (dentro un armadio a colonna, su mensole o dentro cestini).

Il lavabo ideale per il bagno rustico

Pietra. 
Per il lavabo ti consiglio la pietra naturale.

lavabo-bagno-in-pietra
Occhio però.

Non scordare l’ABC per l’arredo del tuo bagno rustico.

Pensa soprattutto al contesto.

Il lavabo in pietra naturale è la scelta migliore oppure è meglio orientarsi su altro?

Come alternativa hai bellissime proposte in ceramica, di forma rettangolare o rotonda (non solo di colore bianco).
lavabo-cirocolare-ceramica

I sanitari del bagno rustico

Vai sul sicuro e non complicarti la vita.

Forme arrotondate e sinuose.

sanitari-bagno-rustico                        Photo Credit: Ceramica Globo

Motivo?

L’obiettivo è creare un ambiente armonioso e piacevole.

Sanitari squadrati ed “ingombranti” rischiano di rovinare le proporzioni del locale.

Evitali soprattutto se il tuo bagno è di piccole dimensioni (meno di 4 mq.)…e magari anche cieco.

Vasca oppure doccia? Cosa è meglio nel bagno rustico?

In questo caso è soprattutto una questione di spazio (oltre che di gusti/necessità).

Se scegli la vasca ti consiglio quelle a vista (anziché ad incasso).

vasca-del-bagno-rustico                        Photo Credit: Ceramica Cielo

Vuoi qualcosa di retrò? C’è la vasca sempre a vista, con i piedini.

bagno-rustico-vasca

Anche per la doccia ci sono bellissime soluzioni.

Per quanto riguarda il piatto dimmi che ne pensi di questa proposta di Makro Bathrooms:

pedana-doccia-bagno-rustico
Niente male, vero?
La pedana in legno è perfetta per sottolineare il carattere naturale del locale.

In alternativa puoi rimanere sul classico.
Ceramica o acrilico.

Uniche indicazioni?

◼︎ prediligi un piatto a livello pavimento (oppure ultrasottile);
◼︎ scegli un box in vetro senza il telaio cromato;

Pavimento e rivestimenti del bagno rustico

Lo stile rustico è caldo, avvolgente, rilassante.

Quale materiale ricrea queste sensazioni?

Il legno.

pavimento-bagno-rustico                        Photo Credit: Cadorini Group

Il protagonista del pavimento è lui.

Hai comunque una valida alternativa.

Puoi optare per il grés porcellanato effetto legno.

gres-effetto-legno-marazzi                     Photo credit: Marazzi

Non “esagerare” con i rivestimenti.

Mi spiego.
Puoi scegliere fino a che altezza rivestire i muri [CLICCA QUI PER APPROFONDIRE], anche se personalmente ti sconsiglio di rivestire fino al soffitto.

Le pareti hanno bisogno di “respirare”.

Stai anche attento alla scelta del colore.

Un’altra possibilità per pavimento e rivestimenti è il microtopping.

Simile al calcestruzzo, ultraresistente ed impermeabile, si applica sia in orizzontale che in verticale.

Nella foto qui sotto c’è un esempio:

bagno-rustico-microcemento
Potrai scegliere:

◼︎ infinite colorazioni;
◼︎ l’effetto finale (opaco, lucido, naturale);

In più otterrai superfici lisce e continue.
Niente fughe.

La porta del bagno rustico? Barn Door ovviamente!

Un locale da copertina merita una porta scorrevole stile “barn door”.

porta-scorrevole-bagno-rustico
È un serramento che ricorda le porte dei casali toscani o delle fattorie americane.
Unita al carrello in ferro è semplicemente spettacolare.

Se hai lo spazio per installarla puoi guardare alcune realizzazioni dell’azienda italiana Xlab Design.

Gli accessori del bagno rustico

accessori-bagno-rustico
Non ne servono molti.
Uno, da solo, può fare la differenza.

Quali sono i più indicati?

◼︎ le ceste portabiancheria;
◼︎ le ceste porta oggetti;
◼︎ le mensole in legno; 
◼︎ uno sgabello in legno (come quello in foto sopra);

Puoi approfondire l’argomento “accessori in legno” nell’articolo del mio blog [LO TROVI QUI].

Ultime 2 “dritte” per il tuo bagno rustico

Non mi sono scordato dello specchio. 😉

arredo-bagno-rustico

Il legno è sempre in primo piano.
Ci sono alcuni modelli con bellissime cornici (più o meno vistose) e di diverso stile.

E poi c’è la lavatrice.
Rischia di stonare con il resto del locale.

Come rimediare?

Puoi valutare un mobile portalavatrice in legno.
Un omaggio allo stile naturale.

mobili-bagno-rustico

Il tuo bagno è pronto per essere arredato

In questa guida ti ho raccontato gli step da seguire per realizzare un bagno rustico da rivista.

Tieni sempre a mente l’ABC dell’arredo e il locale prenderà forma rapidamente.

Se hai domande scrivi pure un commento qui sotto: ti risponderò volentieri!

Prima di salutarti ti chiedo un aiuto. 

Alla scrittura del post ho dedicato cura e tempo.

Mi ripagheresti di molto se lo condividessi con i social che preferisci. 
Grazie infinite! 🙏

Ricordati che mi trovi anche su:

◼︎ Facebook;
◼︎ Youtube (con le video-guide!);
◼︎ nella newsletter (non perderai nemmeno un articolo);

A presto!
Lorenzo

Bagno rustico: come realizzarne uno da copertina 2018-01-04T21:45:16+00:00 Lorenzo

Lascia un commento

Torna su
Ristrutturazione bagno

×