Nicchie bagno: pro e contro e migliori posizioni (Guida 2020)

Nicchie bagno: pro e contro e migliori posizioni (Guida 2020)

In questa guida scoprirai i segreti delle nicchie in bagno.

L’articolo contiene:

  • migliori posizioni per la nicchia;
  • pro e contro della soluzione;
  • dimensioni ideali;
  • molto altro!

Se devi ristrutturare il bagno può essere un’idea da inserire nel progetto, a patto di rispettare le condizioni che troverai verso la fine del post.

Sei pronto? Iniziamo!

Nicchie bagno: le 4 posizioni ideali

I punti strategici dove creare le nicchie sono:

  • interno doccia;
  • zona vasca;
  • zona sanitari;
  • zona lavabo;

Vediamoli uno ad uno…

#1 Interno doccia

La nicchia dentro la doccia è la più nota e richiesta:

bagnoschiuma, shampoo e flaconi vari saranno in ordine sul piano di appoggio, anziché sparpagliati sul piatto doccia o riposti sulle mensole.

#2 Zona vasca

La nicchia nei pressi della vasca ha la stessa funzione di quella in doccia:

ottieni un piano di appoggio, che in quest’area del bagno è utile e prezioso.

Rifletti:

Senza la nicchia dove metteresti bagnoschiuma ed altre bottigliette? 🤔

Di solito finiscono sul bordo della vasca (se è un modello ad incasso).

Ma se hai una vasca freestanding?

i modelli a libera installazione hanno bordi troppo sottili per appoggiare oggetti, di conseguenza la nicchia è quasi obbligatoria.

Un’altra opzione è sfruttare l’eventuale spazio alle spalle della vasca ad incasso:

Niente male!

#3 Zona sanitari

Puoi creare una nicchia anche nei pressi di wc e bidet:

Bagno con wc e nicchia salvaspazio

Alternative?

come vedi dalle immagini potrebbero essere delle piccole nicchie per:

  • rotolo carta igienica;
  • portascopino;
  • idroscopino;
  • mensole;

#4 Zona lavabo

La nicchia si può realizzare anche nei pressi del lavandino:

una soluzione salvaspazio perfetta per bagni piccoli, da sfruttare per appoggiare oggetti o per incassare un mobile pensile su misura.

3 Vantaggi delle nicchie in bagno

Hai almeno tre motivi per chiedere all’impresa edile di creare una nicchia.

Nello specifico:

  • metti ordine;
  • niente fori;
  • qualsiasi stile;

Ordine

Sei fissato/a con l’ordine?

Amerai le nicchie. 🙂

Nelle zone doccia e vasca questi piani di appoggio favoriscono igiene e pulizia.

Ripensa alla doccia…

Vedi? Ogni cosa è al suo posto.

Ma se appoggi i flaconi sul piatto – è inevitabile – capelli, peli e residui di sapone si attaccano alla base dei contenitori.

Grazie alle nicchie il piatto è libero e comodo da pulire.

“Ehi Lorenzo, esistono anche le mensole portaoggetti”! 🤷🏻‍♂️

Vero, ma alcuni di questi accessori hanno un problema…

Niente fori

…il problema è che per installare alcune mensole portaoggetti devi forare i rivestimenti.

La foratura richiede molta attenzione e cura, perché eventuali crepe e scheggiature rovineranno l’estetica del locale.

Qualsiasi stile

Terzo ed ultimo beneficio delle nicchie è che si adattano a qualsiasi stile di arredo:

Sono l’ideale in bagni moderni, minimalisti, rustici, classici, shabby…

Hanno un solo difetto

Lo “svantaggio” delle nicchie in bagno

Più che uno svantaggio è un requisito.

Queste creazioni richiedono l’intervento di posatori esperti:

i problemi sorgono soprattutto nella fase finale di piastrellatura, dove eventuali difetti di posa sarebbero evidenti.

L’unico sistema per ridurre i rischi è cercare un’impresa edile professionale e specializzata.

Come si realizzano le nicchie?

Per realizzare una nicchia l’impresa può utilizzare due sistemi:

  • cartongesso;
  • muratura;

Qual è la differenza?

Cartongesso

La nicchia in cartongesso è formata da lastre idrofughe resistenti all’acqua:

le lastre, tagliate e montate tra loro, creano una controparete che viene rifinita secondo i tuoi desideri (mattonelle, resina, microcemento…).

Per molti artigiani è il sistema più semplice, soprattutto se desideri una nicchia illuminata.

Laterizio

La seconda possibilità è creare la nicchia tagliando/lavorando la muratura in laterizio:

in questo caso la rientranza si ottiene con una piccola demolizione della parete.

Nicchie bagno: la cosa più importante da sapere

Prima di iniziare i lavori devi conoscere un aspetto di vitale importanza, che permette di realizzare una nicchia perfetta.

Parlo della progettazione.

Disegno, dimensioni e altre caratteristiche della nicchia si concepiscono prima di iniziare i lavori di ristrutturazione.

Ascolta le parole del mio amico Mario Del Medico, di Bagno No Problem®:

Ora rispondo ad alcune ricorrenti domande sull’argomento…

Puoi sempre creare la nicchia?

Si, anche se ovviamente dipende da cosa hai in mente e dallo spazio disponibile.

Non puoi chiedere una nicchia ricavata nelle muratura se in corrispondenza di un pilastro portante (in tal caso la ditta propone una controparete in cartongesso).

Quali sono le dimensioni ideali della nicchia?

Non esistono dimensioni ideali in larghezza/altezza:

L’unico dato di riferimento riguarda la profondità: per le nicchie in doccia e accanto la vasca suggerisco una profondità minima di 6-7 cm (ideale 8 cm), così da appoggiare comodamente i flaconi.

La nicchia richiede una pendenza?

Nel caso di nicchie in doccia e vasca consiglio una piccola pendenza (pochi millimetri), così l’acqua non stagnerà sul piano di appoggio.

E infine…

Come sfruttare le nicchie esistenti?

Molti vecchi locali hanno nicchie sotto le finestre, in corrispondenza dei termosifoni:

A mio parere è meglio chiuderle.

Le trovo scomode a causa della bassa posizione e non vedo vantaggi nell’inserire – ad esempio – delle mensole.

Senza contare che si tratta di un punto di dispersione del calore.

Ed altre rientranze?

Puoi sfruttarle per inserire il termoarredo, mensole, lavabo, lavatrice e doccia.

Per concludere

Hai tutte le informazioni per arredare il bagno con delle nicchie.

Ricorda: la progettazione è fondamentale!

Per domande/dubbi utilizza lo spazio commenti.

Prima di salutarci ti chiedo un aiuto: se hai trovato informazioni utili condividi il post tramite i social ed iscriviti al canale YouTube di Voglia di Ristrutturare (trovi video su ristrutturazioni ed arredo, anche in cantiere!)

A presto!
Lorenzo

Lorenzo Ciancio

Lorenzo Ciancio

Sono copywriter e CEO di Voglia di Ristrutturare. La mia vocazione per la scrittura è comparsa nei primi anni delle elementari.
 L’ho coltivata accompagnandola alla mia passione per i libri,… Leggi i miei articoli