Bonus ristrutturazioni 2019: la guida più semplice e completa del web!

Bonus ristrutturazioni 2019: la guida più semplice e completa del web!

Devi ristrutturare casa? Ho buone notizie per te.

Anche quest’anno hanno rinnovato i bonus fiscali per chi esegue lavori di ristrutturazione.

C’è un problema: molte guide on-line sono noiose e “ingarbugliate”.

Rischi di non capirci nulla, mentre in realtà è piuttosto semplice.

Se leggerai questo articolo sarà semplice anche per te, perché hai tra le mani la guida sui bonus fiscali ristrutturazioni 2019 più semplice, completa ed utile che c’è in rete.

Oltre 1.500 persone l’hanno già vista in anteprima, trovando risposte ai loro dubbi.

Tutto merito di Massimiliano Allievi (e chi è?!).

Massimiliano Allievi è un commercialista che parla semplice e si fa capire.

Ecco perché ho chiesto il suo aiuto.

Ha messo assieme una SUPER-guida in cui racconta tutto quello che devi sapere per usufruire del bonus ristrutturazioni in questo 2019.

Premi play o leggi l’articolo:

Detrazioni fiscali ristrutturazioni 2019: che cosa comprendono?

Fino al 31/12/2019, puoi usufruire dei seguenti bonus:

◼︎ bonus ristrutturazioni (che vedrai nel dettaglio, tra poco);

◼︎ bonus mobili 

Pari al 50% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 10.000 euro.

Ti spetta solo se hai eseguito lavori di ristrutturazione PRIMA dell’acquisto dei mobili/grandi elettrodomestici.

◼︎ bonus risparmio energetico

Detrazione del 65% per tutti coloro che eseguono interventi di risparmio energetico.

Spesa massima di 100.000 euro, da dividere in 10 anni.

◼︎ bonus verde

Detrazione del 36% per la riqualificazione urbana da parte di privati e condomini.

Riguarda terrazzi, balconi, giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico.

Bonus ristrutturazioni 2019: quanto puoi detrarre?

bonus-ristrutturazioni-2019

Fino al 31/12/2019 puoi usufruire di un bonus pari al 50% sulla spesa sostenuta (iva compresa) per lavori di ristrutturazione (fanno fede i bonifici effettuati).

Il limite massimo di spesa è di 96.000 euro per ogni unità immobiliare.

Facciamo un esempio.

Spesa sostenuta per ristrutturare casa: € 10.000 (diecimila).

Bonus: 50%

Quanto puoi detrarre? 

€ 10.000 x 50% = € 5.000 (cinquemila).

Questi 5.000 euro verranno detratti dall’Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche), nella tua dichiarazione dei redditi.

Attenzione: i 5.000 euro sono da ripartire in 10 rate annuali.

Ogni anno porti in detrazione 500 euro (5.000 euro “spalmati” in 10 anni).

Quali lavori sono inclusi nel bonus ristrutturazioni 2019?

bonus-ristrutturazioni-come-funziona
Ecco i lavori per i quali spetta l’agevolazione fiscale:

◼︎ manutenzione straordinaria;
◼︎ restauro e risanamento conservativo;
◼︎ ristrutturazione edilizia;

Sono esclusi i lavori di manutenzione ordinariaa meno che non facciano parte di un intervento più vasto di ristrutturazione.

Esempio: 

Il solo rifacimento della pavimentazione NON rientra nelle detrazioni.
Tuttavia, se il rifacimento è collegato alla sostituzione dell’impianto idraulico (tradotto: i tubi sotto il pavimento) allora puoi usufruire del bonus 50%.

Per quanto riguarda il dettaglio delle opere comprese nelle detrazioni, trovi l’elenco completo nella guida dell’Agenzia delle Entrate.

A chi spetta il bonus ristrutturazioni 2019?

Ha diritto al bonus chi ha sostenuto finanziariamente i lavori, quindi chi ha speso i soldi per i lavori di ristrutturazione (intestatario di bonifici e fatture).

A parte questo, devi rientrare in una di queste categorie:

◼︎ proprietario dell’immobile o nudo proprietario;
◼︎ titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
◼︎ locatario (ovvero sei in affitto);
◼︎ comodatario;
◼︎ il familiare convivente* – anche non proprietario – che ha sostenuto le spese;
◼︎ il coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge;
◼︎ il componente dell’unione civile;
◼︎ soci di cooperative divise e indivise;
◼︎ imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
◼︎ soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali;

*Il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.

Come accedere al bonus ristrutturazioni 2019: 3 +1 documenti FONDAMENTALI

bonus-ristrutturazioni-edilizie

Finora abbiamo visto quanto puoi detrarre, la tipologia di interventi compresi nelle detrazioni e i soggetti a cui spettano le agevolazioni fiscali.

Per accedere ai bonus devi essere in possesso di 3 +1 documenti.

#1: La fattura

Ovvero il documento fiscale rilasciato dalla ditta/artigiano che esegue i lavori.

Che cosa scrivere nella fattura? (per stare tranquillo)

Chiedi di inserire i dati catastali dell’immobile sul quale hai eseguito i lavori (così da identificarlo senza alcun dubbio), e la tipologia di lavori eseguiti (manutenzione straordinaria, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia).

#2: Il bonifico

Può essere bancario o postale, e deve riportare:

◼︎ causale del versamento;
◼︎ codice fiscale del soggetto che ha diritto alla detrazione;
◼︎ codice fiscale o partita iva di chi ha svolto i lavori;

Nell’immagine qui sotto puoi vedere il bonifico parlante che trovi anche nella guida dell’Agenzia delle Entrate.

bonus-ristrutturazioni-agenzia-entrate

Attenzione:

Se effetui un bonifico di 1.000 euro, la ditta/artigiano NON riceverà 1.000 euro (riceverà un importo inferiore).

Il motivo è che sui bonifici ristrutturazioni la banca applica una ritenuta, che non è altro che un anticipo di imposta.

La ditta/artigiano che esegue i lavori, nella propria dichiarazione dei redditi, inserirà questo credito di imposta e avrà diritto ad uno sconto sulle imposte da pagare.

#3: Comunicazione ENEA

Fino al 2018 questa comunicazione era obbligatoria solo per gli interventi di risparmio energetico (65%).

Dagli ultimi mesi del 2019 è stata ampliata anche ad alcuni interventi di ristrutturazione edilizia.

In base all’intervento, chiedi alla ditta (o al tuo commercialista) se sei obbligato a fornire o meno tale comunicazione.

#4: Dichiarazione dei redditi

È l’ultimo passaggio che chiude il cerchio.

Il tuo commercialista (o il CAF a cui ti rivolgi) inserirà le spese sostenute* (ti serviranno bonifici e fatture) nelle successive 10 dichiarazioni dei redditi.

*iva compresa

Gli interventi sul condominio usufruiscono del bonus ristrutturazioni 2019?

bonus-ristrutturazioni-casa

Si.

Le opere realizzate sulle parti comuni del condominio sono detraibili nella misura del 50%, in base alla quota millesimale di proprietà.

La seconda buona notizia è che rientrano nelle detrazioni anche i lavori di manutenzione ordinaria (come l’imbiancatura dell’interno scale).

Ad effettuare il bonifico è l’amministratore, che ti invierà una certificazione fiscale che riporta la quota parte dei lavori eseguiti sulle parti comuni.

Bonus ristrutturazioni 2019: cosa accade se vendi l’immobile?

La regola generale è che il bonus segue l’immobile.

Se vendi casa, il bonus andrà al nuovo proprietario.

Tuttavia, esiste un’eccezione alla regola.

Nell’atto di vendita (quindi il rogito notarile) puoi inserire una clausola in cui dichiari – in accordo con il compratore – che le detrazioni fiscali rimangono in capo a te.

Mi raccomando: dev’essere scritto nero su bianco.

E se perdi il lavoro? Perdi anche il bonus?

La risposta è “si”, il bonus è perso.

Non puoi chiedere un “rimborso” all’Agenzia delle Entrate, perché si tratta di una detrazione dall’imposta.

Se tu non hai imposta (IRPEF) perché non hai reddito, non hai nemmeno diritto alla detrazione.

Tuttavia, puoi cedere il tuo credito di imposta (ad una banca o all’imprenditore che ha eseguito i lavori).

In questi casi il consiglio è contattare un commercialista, ed insieme valutare a chi cederlo e con quale modalità.

Hai ancora dubbi e cerchi risposte?

Se qualche domanda ti ronza ancora per la testa, puoi chiedere direttamente a Massimiliano.

▶︎▶︎CLICCA QUI E FAI UNA DOMANDA A MASSIMILIANO◀︎◀︎

Ti consiglio anche di dare un’occhiata al sito di Amico Commercialista e alla relativa pagina Facebook.

Mi raccomando: iscriviti al canale YouTube di Voglia di Ristrutturare, così sarai sempre aggiornato sulle video-guide che pubblicherò.

A presto!
Lorenzo

Bonus ristrutturazioni 2019: la guida più semplice e completa del web! 2019-02-21T16:53:18+01:00 Lorenzo

Lascia un commento

Torna su