10 Idee per dividere due ambienti senza muri (2021)

10 Idee per dividere due ambienti senza muri (2021)
4.2/5 - (64 voti)

In questa guida scoprirai 10 idee per dividere due ambienti senza muri.

Si tratta di soluzioni adatte a vari ambienti della casa – o all’ufficio – per piccoli o grandi spazi e diversi budget di spesa.

Scommettiamo che troverai almeno una proposta adatta alle tue esigenze?

Iniziamo!

Come dividere due ambienti senza muri

Mettiamo in chiaro una cosa: le prossime idee rappresentano delle valide alternative alle pareti in laterizio o cartongesso, ma vanno inserite nel giusto contesto.

Ciascuna di esse – come vedrai – è ideale per certi ambienti, piuttosto che altri.

#1 Paravento

Inizio dal paravento perché è un complemento d’arredo antico e intramontabile. Quelli tradizionali sono formati da due/tre pannelli – di vari materiali – legati tra loro tramite cardini o altri sistemi.

L’aspetto da sottolineare è che i separé sono ideali nei piccoli ambienti:

Puoi usarli per separare ingresso e soggiorno e/o cucina, per dividere la camera dei ragazzi, per ricavare un angolo studio o creare piccole zone di lavoro in ufficio (per grandi open-space consiglio altre soluzioni).

In commercio trovi paraventi di varie dimensioni, materiali e design; alcuni modelli hanno pannelli fonoassorbenti, per migliorare il comfort acustico della stanza, altri puntano tutto sul look.

Scopri: I Migliori Paraventi Su Amazon

#2 Tende

Di solito le associamo alle finestre, ma nel giusto contesto rappresentano dei perfetti divisori:

Le tende a tessuto spesso creano una vera e propria barriera, quelle col tessuto leggero – o a fili – regalano un effetto vedo-non-vedo (a te la scelta); oltre ai classici modelli da soffitto sono disponibili anche le tende a rullo o a pannelli scorrevoli.

Ricorda: questa soluzione va bene in piccoli e grandi ambienti, sia domestici che lavorativi.

#3 Libreria

Il terzo sistema per dividere un ambiente senza muri è la libreria:

Più che un sistema è un successo assicurato, perché il grande punto di forza di questa soluzione è la versatilità: l’ampia offerta di modelli risponde a qualsiasi esigenza di misure, materiali, stile e budget (puoi usarla dovunque).

Ideale per dividere soggiorno e pranzo – o soggiorno e cucina – per creare due zone nella camera dei bambini/ragazzi o per separare le aree di lavoro in ufficio.

Se vuoi ottenere un filtro tra le zone di un open-space, ti consiglio le librerie bifacciali (freestanding o con fissaggio terra-soffitto).

#4 Vetrate

La parete di vetro – con porta scorrevole o a battente – è una delle mie idee preferite.

I pannelli in vetro sono montati su telai metallici con profili di vario spessore, anche se i più belli sono quelli sottili e minimalisti, perfetti per ambienti moderni o in stile industriale.

La soluzione è sartoriale: puoi scegliere dimensioni e colore di telaio e vetro; le aziende del settore offrono buona personalizzazione dei pannelli, con varie colorazioni, effetti (fumé, satinato…) e decori.

Specialisti:

  • FerreroLegno
  • Garofoli
  • Viva Porte
  • FOA Porte
  • Lualdi
  • ADL Porte
  • Albed

Le consiglio soprattutto in zona giorno e nei grandi uffici, ma possono anche creare una stanza destinata a cabina armadio.

#5 Listelli in legno

I listelli divisori in legno – o derivati del legno – rappresentano una soluzione originale e molto elegante, adatta a qualsiasi ambiente della casa:

In questo caso parliamo di prodotti artigianali, realizzati su progetto dalle falegnamerie; è tutto a misura, la struttura del divisorio si disegna in base alle esigenze.

#6 Porte “Speciali”

La cara vecchia porta è un altro sistema per dividere due ambienti senza opere murarie; attenzione però: i serramenti a cui mi riferisco non hanno dimensioni standard

Ciò di cui hai bisogno è una porta realizzata a misura da un’azienda specializzata (vedi foto):

I pannelli sono fatti di legno, derivati del legno o vetro abbinato ad alluminio o altri metalli; grazie ai vari sistemi di apertura – tipo quello a libro – riescono a coprire aperture molto grandi.

Alcune di queste sono disponibili in versione filomuro, senza stipiti e copristipiti.

#7 Core (by Caccaro)

La settima idea per separare gli ambienti è il sistema di moduli Core, con lo strategico passaggio porta:

Quando è chiuso appare come un parete-armadio che divide la stanza (1); da aperto consente di passare da un ambiente all’altro (3 e 4).

I moduli di Core – oltre a separare – possono contenere vari oggetti, in base alle esigenze; il sistema è sartoriale, quindi va bene per ambienti piccoli o grandi, in zona giorno e notte.

Ottima alternativa alle pareti in laterizio o cartongesso e geniale idea salvaspazio per la casa.

#8 Porta Tessile

La porta tessile è un complemento che permette di delimitare ambienti di qualsiasi dimensione (come si intuisce dalle immagini), la porta scorre su una guida superiore (in alluminio) che può essere dritta o curva:

Componenti principali:

  • la guida
  • il tessuto
  • la maniglia

È una creazione fatta su misura, con tessuti disponibili in tanti colori e varie tipologie (film plastici, velluti, ecopelle…). La chiusura finale avviene tramite magneti ma – a richiesta – sono disponibili anche porte tessili con scrocchetto o con scrocchetto e serratura.

Per maggiori informazioni dai un’occhiata sul sito dell’azienda Door.

#9 Pavimento

Non è un “vero” sistema per dividere gli ambienti, ma in alcune situazioni – per questioni di spazio – è la scelta migliore.

Come funziona?

Semplice: per creare uno stacco tra le zone basta accostare due pavimenti con tonalità diverse (es. grès e parquet):

Maggiore è la differenza cromatica dei pavimenti, più evidente è lo stacco tra le zone (vedi foto).

Tale soluzione funziona alla grande nei piccoli ambienti – come mono e bilocali – per separare soggiorno e angolo cottura, ma puoi usarla anche in grandi open-space (es. per delimitare la zona di ingresso).

#10 Mobili

L’ultima opzione è controllare tra le proposte dei vari brand dell’arredamento, alla ricerca del mobile giusto per dividere gli ambienti.

Quali mobili usare?

  • tavoli e scrivanie
  • divani e poltrone
  • penisola della cucina
  • armadi
  • madie

Per separare soggiorno e cucina (o angolo cottura) puoi usare la penisola oppure un tavolo (1); ingresso e soggiorno si possono dividere con un mobile contenitore portatutto (2).

Medesimo concetto in zona giorno: per staccare soggiorno e pranzo – oltre al tavolo – sfrutta i divani e le poltrone (3 e 4).

La scelta è sconfinata. 🙂

Scopri: Negozio Mobili Fiver

Per concludere

Ora conosci le mie 10 idee per dividere due ambienti senza muri.

Se la guida è stata utile, condividila tramite i social e iscriviti al canale YouTube di Voglia di Ristrutturare.

Se hai domande usa lo spazio commenti. 🙂

A presto!
Lorenzo

Lorenzo Ciancio

Autore del post e fondatore di Voglia di Ristrutturare Leggi i miei articoli