Come arredare un bagno con pochi soldi (5 Sistemi)

Come arredare un bagno con pochi soldi (5 Sistemi)
4.7/5 - (4 voti)

In questa guida vedrai come arredare un bagno con pochi soldi.

Esistono infatti 5 sistemi che permettono di risparmiare fino al 70% sui prezzi di listino di mobili, sanitari, pavimenti e rivestimenti del bagno.

Sei pronto/a conoscerli? 🙂

5 Sistemi per risparmiare (fino al 70%)

Come prima cosa, vediamo quali sono i 5 sistemi che permettono di risparmiare decine, centinaia o migliaia di euro (si, migliaia) sull’arredamento del tuo bagno.

#1 Sconti e offerte a scadenza

Il primo sistema sono gli sconti e le offerte a scadenza.

Quasi tutti i grandi rivenditori, fisici e online, offrono periodi di sconti sugli arredi dei bagni…e non solo su quelli.

In media gli sconti partono dal 20-25% e arrivano anche al 65-70% sul prezzo di listino.

Sconti: dal 20/25% al 65/70%

Ciò significa che su una spesa di 1000 euro – se ci sono le condizioni – puoi risparmiare da 200 euro fino addirittura a 700 euro: niente male!

Trovare promozioni non è difficile: tra offerte del mese, promozioni varie per eventi o ricorrenze (es. Natale) e Black Friday c’è sempre l’occasione per risparmiare qualcosa.

Le promozioni più interessanti – in termini di percentuali – sono spesso promosse dai grandi rivenditori, che possono permettersi offerte pressoché costanti.

Un esempio è quello di Leroy Merlin: nella pagina offerte del sito ufficiale trovi l’elenco aggiornato delle promozioni, che si sussegono di mese in mese – lo stesso avviene anche con altri marchi.

#2 Fine serie

Il secondo sistema per arredare un bagno con pochi soldi sono i prodotti di fine serie.

Di che si tratta? 🤔

I fine serie sono modelli di lavabi, sanitari, docce…etc. – di una certa collezione – che stanno per essere sostituiti da nuovi modelli (es. nuovi modelli di wc o bidet).

Su questi arredi i rivenditori applicano sempre degli sconti, perché vogliono liberare rapidamente i magazzini, in modo da far spazio a nuovi prodotti.

#3 Visto e piaciuto

Terzo sistema per arredare spendendo poco sono i “visto e piaciuto”.

In questo caso parliamo dell’ultimo esemplare disponibile di un determinato prodotto (es. mobile lavabo) che si trova esposto in negozio.

I visto e piaciuto si possono acquistare subito, senza tempi di attesa per produzione o consegna ma…c’è un ma. ☝️

Questa formula implica che l’acquirente accetti l’oggetto nel suo stato attuale – al momento dell’acquisto – senza possibilità di sostituzione o reso (salvo vizi occulti).

Ecco perché devi sempre esaminare bene questi prodotti, prima di pagarli.

Ti consiglio anche di conservare i documenti di acquisto come lo scontrino o la fattura.

#4 Seconde scelte

Quarto sistema: le seconde scelte.

Gli arredamenti di seconda scelta sono prodotti che presentano leggere imperfezioni, a volte nemmeno ben visibili.

Tali imperfezioni – come graffi e difetti di finitura o colore – si creano durante la produzione, il trasporto o in seguito a un reso, e possono influire sulla classificazione del prodotto.

In sostanza si tratta di complementi d’arredo che non soddisfano completamente gli standard di qualità richiesti, ma sono comunque idonei all’uso.

L’aspetto interessante è che le seconde scelte hanno prezzi decisamente inferiori, rispetto agli arredi che non presentano vizi.

Un esempio di seconde scelte abbastanza comune riguarda il settore dei pavimenti in grès.

Nelle offerte di alcuni rivenditori puoi trovare stock di piastrelle – con qualche difetto – scontate anche del 70% rispetto al prezzo di listino di una prima scelta.

Lo stesso concetto si applica a mobili da bagno, sanitari, piatti doccia…etc.

#5 Bonus mobili

Il quinto ed ultimo sistema per “risparmiare” sull’arredo del bagno è il bonus mobili.

Non parliamo di uno sconto o una promozione, bensì di una detrazione fiscale, che consente di detrarre il 50% delle spese sostenute per l’acquisto di alcuni mobili – ed elettrodomestici – destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

In questo caso – a differenza degli altri 4 sistemi visti – puoi usare il bonus solo se realizzi un intervento di ristrutturazione (es. il rifacimento del bagno), in caso contrario no.

Come arredare un bagno con pochi soldi: riepilogo sistemi

Ecco un riepilogo dei 5 sistemi che puoi utilizzare per arredare un bagno con pochi soldi.

N° SISTEMA
#1 Sconti e offerte
#2 Fine serie
#3 Visto e piaciuto
#4 Seconde scelte
#5 Bonus mobili

Aspetta! ✋

Spero che la guida sia stata utile: se hai domande scrivi un commento.

Se cerchi altri consigli e guide sulla ristrutturazione, iscriviti al canale YouTube di Voglia di Ristrutturare.

A presto!
Lorenzo

Pianifica i lavori del bagno, trova un’impresa affidabile e scegli gli arredi giusti (senza perdere tempo, anche se parti da ZERO e non conosci nessuno)

Nel mio ebook ti racconto cosa fare, passo per passo

Lorenzo Ciancio

Autore del post e fondatore di Voglia di Ristrutturare Leggi i miei articoli