Sanitari sospesi o a terra? Pro e contro, differenze, consigli (2021)

Sanitari sospesi o a terra? Pro e contro, differenze, consigli (2021)

Meglio i sanitari sospesi o a terra?

La domanda è impegnativa, ma proverò a rispondere – in modo imparziale – nelle prossime righe di questo articolo, che contiene:

  • la differenza delle tipologie
  • pro e contro di modelli sospesi e a terra
  • tante risposte a domande frequenti

Se devi scegliere i sanitari – e vuoi capire qual è la tipologia adatta al tuo bagno, leggi con attenzione la guida.

Iniziamo!

Qual è la differenza tra sanitari sospesi e a terra?

La differenza essenziale tra sanitari sospesi e a terra è nell’installazione: quelli sospesi sono agganciati alla parete e non toccano il pavimento, mentre quelli a terra sono appoggiati sulla pavimentazione del bagno.

Un’altra differenza riguarda lo scarico delle acque nere: i modelli sospesi hanno lo scarico a parete, quelli a terra sono disponibili sia con scarico a terra che a parete.

Quali sono i vantaggi dei sanitari sospesi?

Passiamo ai benefici dei sanitari sospesi: hai almeno 3 motivi per valutare l’acquisto di questi modelli.

Nello specifico:

  • leggerezza e luce
  • igienici
  • facili da pulire

Vediamoli nel dettaglio…

Leggerezza e luce

Il primo punto a favore dei modelli sospesi è legato al montaggio di questi sanitari, perché la superficie è libera da ingombri e il percorso della luce non incontra ostacoli:

bagno con sanitari sospesi

La sensazione trasmessa è di leggerezza e luminosità, anche se tale aspetto – come vedrai – dipende anche dall’altezza da terra e dal design dei modelli.

Maggiore igiene

L’assenza di contatti col pavimento favorisce senza dubbio l’igiene, mentre sotto la base dei sanitari a terra si può insinuare un po’ di polvere (difficile da pulire).

Facili da pulire

Sul tema pulizia troverai opinioni divergenti: per qualcuno è più comodo pulire gli elementi sospesi, per altri è il contrario…chi ha ragione?

Dipende dal design del prodotto (guarda le immagini)

I modelli a sinistra si puliscono con facilità anche nella parte inferiore, perché la distanza da terra è buona: puoi passare scopa, aspirapolvere…ciò che desideri.

Quelli a destra sono troppo bassi: per pulire sotto wc e bidet sei costretto ad abbassarti e a usare una spugna (piuttosto scomodo, vero?).

L’idraulico può anche aumentare l’altezza di montaggio…ma solo di pochi centimetri!

Lo svantaggio dei sanitari sospesi

L’unico svantaggio dei sanitari sospesi è il costo di installazione, che in alcuni casi può essere maggiore rispetto a quello dei modelli a pavimento.

Per montare i prodotti sospesi sono necessarie delle staffe di sostegno – o degli appositi moduli – che aumentano il prezzo del preventivo opere; la differenza è in genere modesta, ma per completezza segnalo anche questo aspetto.

Quanti kg reggono i sanitari sospesi?

Le staffe dei sanitari sospesi possono reggere un peso di 400 kg – ed oltre – posizionato sulla punta del sanitario (se conosci l’importanza delle leve sai di che parlo).

Se l’installazione è corretta non ci sono rischi di crolli o instabilità.

Installare sanitari sospesi su pareti in cartongesso: è possibile?

Si, grazie agli appositi moduli – universali e autoportanti – specifici per costruzioni a secco.

Qual è il vantaggio dei sanitari a terra?

Il principale vantaggio dei sanitari a terra è il maggior senso di solidità e robustezza che trasmettono (rispetto ai modelli sospesi); può sembrare esagerato, ma è una questione di percezione che può influire sulla scelta finale.

wc e bidet a terra

Sono anni che ascolto testimonianze di persone che hanno preferito questa tipologia perché “trasmette sicurezza”; in realtà – come ho scritto – anche i prodotti sospesi sono sicuri.

Lo svantaggio dei sanitari a terra

Il punto a sfavore – ad essere pignoli – riguarda il fattore igiene, perché un minimo di polvere e sporcizia si può annidare nel punto di contatto tra sanitari e pavimento (coi sospesi non sussiste il problema).

Senza contare che alcuni idraulici hanno l’abitudine di applicare del silicone alla base di wc e bidet; il silicone – col tempo – annerisce e/o si sgretola, e non è il massimo dal punto di vista igienico ed estetico.

Sanitari sospesi e a terra: 2 risposte a domande frequenti

Rispondo a due quesiti (sui sanitari) che ricevo spesso sul canale YouTube e sul blog.

Wc e bidet sospesi sono più piccoli di quelli a terra?

La risposta è No: se cerchi dei sanitari piccoli, ne troverai di entrambe le tipologie (anche con wc versione rimless).

I sanitari sospesi costano di più?

Dipende dal modello e dall’offerta: è scorretto affermare che i modelli sospesi siano sempre più costosi.

La mia opinione

Innanzitutto una premessa: entrambe le tipologie offrono un’ampia gamma di modelli, con una scelta (quasi) sconfinata di soluzioni.

Oltre alla versione, puoi decidere:

  • profondità di vaso e bidet
  • colore
  • finitura (lucida oppure opaca)
  • design (forme morbide o squadrate)
  • wc con o senza brida
  • fascia di prezzo

Hai l’imbarazzo della scelta! 🙂

Detto questo – a mio avviso – i sanitari sospesi hanno senso solo quando l’altezza da terra è tale da consentire un’agevole pulizia sotto gli elementi: in caso contrario non trovo un valido motivo per preferirli agli “antagonisti” a pavimento.

Se l’altezza da terra è modesta, ti consiglio di puntare sui modelli appoggiati al pavimento.

A livello pratico le cose stanno così, mentre dal punto di vista estetico è questione di gusti; io preferisco quelli a terra perché ci sono tanti modelli moderni e con linee sobrie, eleganti e senza tempo (faccio più fatica a trovare prodotti sospesi che mi vanno a genio).

Come procedere

Ora dovresti avere le idee più chiare su differenze, vantaggi e svantaggi di queste tipologie di sanitari.

Se devi rifare il bagno – e vuoi una guida completa su ristrutturazione e arredo del locale – leggi il mio e-book.

È un pratico manuale digitale grazie al quale scoprirai:

  • come trovare l’impresa giusta
  • come scegliere sanitari, arredi e materiali
  • quali errori devi evitare

Il link dell’ebook è qui sotto.

A presto!
Lorenzo

Lorenzo Ciancio

Autore del post e fondatore di Voglia di Ristrutturare Leggi i miei articoli