Vasca con doccia integrata: pro e contro di questi modelli (2023)

Vasca con doccia integrata: pro e contro di questi modelli (2023)
4.1/5 - (27 voti)

In questa guida ti parlerò della vasca con doccia integrata.

Nell’articolo scoprirai:

  • cos’è
  • come è fatta
  • quali sono i pro e contro di questa soluzione
  • MOLTO altro!

Se devi rifare il bagno – e cerchi informazioni utili e pratiche su questi modelli – allora continua a leggere con attenzione.

Iniziamo!

Cos’è la vasca con doccia integrata

La vasca con doccia è una vasca da bagno con un box sopravasca installato sul bordo, una colonna doccia – o un soffione – un miscelatore e un doccino; questi modelli combinano alcune caratteristiche e qualità di vasche e docce tradizionali.

Come è fatta

Il prodotto “base” (il più economico) è composto dalla classica vasca a incasso – o con pannelli – alla quale viene aggiunta una parete doccia, disponibile in vari materiali e tipologie:

Se non hai particolari esigenze va più che bene, ma se desideri qualcosa di design e/o con accessori dovrai puntare su alcuni modelli particolari, che tra poco vedrai.

Tipologie di vasca con doccia combinata

Sul mercato trovi 2 tipologie di vasche con doccia:

  • a incasso + parete
  • predisposta

La prima, già citata, nasce dall’unione di una vasca a incasso e una parete sopravasca.

La seconda è la tipologia predisposta (dal produttore), dove in pratica acquisti un modello che fa parte di una collezione.

Qual è la differenza?

Le differenze essenziali sono prezzo e sartorialità, perché la tipologia predisposta ha spesso un costo superiore ed offre maggiori possibilità di personalizzazione, soprattutto in tema di accessori.

Misure della vasca con doccia integrata

Le vasche con doccia combinata sono disponibili in tante dimensioni, e si adattano a stanze di qualsiasi metratura, compresi i bagni piccoli.

Per quanto riguarda le lunghezze, si parte da appena 100-105 cm.

La comodità delle mini vasche non è paragonabile a quella dei prodotti regolari, ma se manca lo spazio e/o serve una vasca allora è una soluzione da valutare.

Le lunghezze aumentano a 120, 140, 160 cm…fino ad arrivare a 190 cm, ovvero i modelli (e i gusci) più grandi che ho trovato sul mercato.

La larghezza minima è standard, ovvero 70-72 centimetri, e sale fino a 90 cm.

Vantaggi della vasca con doccia combinata

Secondo me questo tipo di vasca ha almeno 4 vantaggi…tutti piuttosto interessanti! 🙂

Vantaggi:

  • multifunzione
  • salvaspazio
  • personalizzabile
  • maggiore valore

Vediamoli nel dettaglio…

#1 Multifunzione

Innanzitutto parliamo di una soluzione completa, che unisce varie funzioni in un solo prodotto e si adatta alle esigenze della famiglia e degli ospiti.

Se hai un solo bagno non devi scegliere tra vasca o doccia: puoi averle entrambe…assieme ai loro benefici.

Quando vai di fretta la doccia è più comoda, ma se vuoi rilassarti?

E se devi lavare coperte e piumoni, che fai? Lavarli in doccia è impossibile, mentre in vasca è fattibile (sennò li porti in lavanderia).

La versatilità è il primo, grande punto di forza.

#2 Salvaspazio

Tra i grattacapi risolti dalla vasca-doccia sono compresi quelli di progettazione del bagno.

L’ho già accennato: a volte c’è bisogno sia della vasca che della doccia, ma capita che il bagno sia troppo piccolo per ospitarle entrambe (separate).

Con questi modelli risolvi il problema, e come ti dicevo non servono spazi generosi: basta poco più di 1 metro di lunghezza (guscio vasca 120×70 cm, ad esempio).

#3 Personalizzazione

Entrambe le tipologie (viste nel terzo capitolo) offrono una buona personalizzazione.

Cosa puoi scegliere?

  • tipologia
  • dimensioni e forma
  • parete sopravasca
  • accessori (solo predisposte)
  • modello

Le dimensioni dei gusci variano, mentre la forma più comune è quella rettangolare, anche se esiste una piccola offerta di vasche a incasso quadrate o asimmetriche.

Parete vasca

Trovi invece tanta offerta di pareti sopravasca.

I migliori modelli sono in vetro temperato di sicurezza, con spessori compresi tra 4 e 8 millimetri.

Quelli economici sono in acrilico o PVC, e li trovi presso la grande distribuzione, o nei negozi on-line.

Oltre al materiale puoi scegliere il tipo di apertura (fissa, a battente, scorrevole, pieghevole, pivotante), la finitura (trasparente, opaca, con serigrafia, fumé) e lo stile del profilo, se presente.

Accessori

Per quanto riguarda gli accessori, i modelli predisposti vincono a mani basse…anche perché la tipologia tradizionale con la vasca a incasso non prevede accessori.

Optional disponibili:

  • idromassaggio
  • seduta
  • cuscino impermeabile poggiatesta
  • piano di appoggio (per flaconi, asciugamani…)
  • funzione disinfezione
  • sportello (walk-in)
  • maniglia di sicurezza
  • ozonoterapia
  • sensore di livello
  • altri

Modello

I modelli predisposti sono pochi, moderni e con buona o ampia scelta di accessori (più avanti trovi l’elenco dei migliori produttori).

Quelli tradizionali prevedono un guscio vasca – spesso rettangolare – che viene chiuso coi laterizi e infine rifinito con mattonelle (c’è anche il rivestimento in pannelli di resina o legno trattato).

#4 Maggiore valore

Secondo la mia opinione, la vasca con doccia è un elemento che potrebbe aggiungere valore ad alcuni immobili, in caso di futura vendita.

Non possiedo dati certi e non so quantificare l’eventuale valore aggiunto, ma c’è un aspetto evidente sul quale possiamo riflettere.

Questi modelli soddisfano varie esigenze e appagano le richieste di tanti potenziali acquirenti (per quanto riguarda il bagno, ovviamente).

Di conseguenza, a parità di caratteristiche, alcuni appartamenti con vasca-doccia combinate possiedono (forse) un piccolo valore aggiunto, rispetto ad altri senza vasca o doccia.

2 Svantaggi della vasca con doccia integrata

I benefici della vasca con doccia combinata erano interessanti…ma i punti a sfavore?

Ne ho trovati un paio…

#1 Niente freestanding

Ebbene si: la tipologia vasca-doccia non è disponibile in versione freestanding o, se preferisci, non è possibile aggiungere una parete doccia alla tradizionale vasca freestanding.

Per capirci, mi riferisco ai modelli a libera installazione, installati a centro stanza o comunque staccati dalla parete.

#2 Pulizia scomoda

Molte vasche con doccia sono più difficili da pulire, rispetto alle tradizionali vasche o alle docce, perché per effettuare la pulitura devi entrare nella vasca.

Ecco due esempi:

Tutto chiaro? 😉

Migliori marche

Ricorda che per realizzare la tua vasca con doccia integrata non hai bisogno di un rivenditore specializzato.

Puoi scegliere la tradizionale vasca a incasso, rifinita con mattonelle o pannelli, alla quale abbinare una parete doccia.

Se invece vuoi qualcosa di design, accessoriato o super-accessoriato ti consiglio di dare un’occhiata ai siti di questi marchi:

  • Duravit
  • Gruppo Geromin
  • Novellini
  • Jacuzzi

L’azienda Duravit è l’unica ad offrire una vasca-doccia di design con apertura laterale (modello: Shower + Bath).

La grande distribuzione (es. Brico) nel momento in cui scrivo non ha un’offerta di prodotti “all-in-one”, ma solo pareti sopravasche.

Prezzi

Il prezzo di un modello “base” è simile a quello della classica vasca: devi aggiungere il costo del vetro/i e della colonna doccia (o del soffione), oltre al lavoro dell’impresa.

I costi aumentano per i modelli predisposti, tipo quelli dei brand citati.

In questi casi si arriva a varie migliaia di euro.

La mia opinione

A mio avviso non esiste un motivo particolare per snobbare questi modelli…anzi!

La soluzione vasca-doccia combinata è pratica e funzionale, e rispetto al passato i prodotti sono più eleganti e minimali.

Ti consiglio quindi di riflettere sulle tue esigenze e su quelle della famiglia, per capire se questa tipologia è ciò di cui hai bisogno.

Ah, quasi dimenticavo…

Se la vasca-doccia verrà usata da un anziano – o una persona con problemi di mobilità – forse conviene scegliere un modello con sportello, così la persona non dovrà “scavalcare” il bordo della vasca.

Per concludere

Spero che la guida abbia chiarito i tuoi dubbi, ma se hai domande scrivi un commento.

Se devi rifare il bagno ti consiglio di dare un’occhiata all’anteprima del mio ebook, che puoi leggere gratuitamente con un click sul banner qui sotto. 👇

A presto!
Lorenzo

Pianifica i lavori del bagno, trova un’impresa affidabile e scegli gli arredi giusti (senza perdere tempo, anche se parti da ZERO e non conosci nessuno)

Nel mio ebook ti racconto cosa fare, passo per passo

Lorenzo Ciancio

Autore del post e fondatore di Voglia di Ristrutturare Leggi i miei articoli