Come arredare un bagno moderno nel 2021 (Guida pratica)

Come arredare un bagno moderno nel 2021 (Guida pratica)

In questa guida scoprirai come arredare un bagno moderno (passo per passo).

L’articolo contiene:

  • 5 errori da evitare
  • le caratteristiche di arredi e materiali
  • 4 idee da copiare

I consigli del post ti aiuteranno a creare un locale contemporaneo, attraente e funzionale (prendi carta e penna!).

Arredare un bagno moderno: 5 errori da evitare

Partiamo dagli errori di arredo che possono compromettere il look moderno che desideri.

Nell’ordine:

  • tieni il vecchio lampadario
  • lasci il vecchio termosifone
  • sanitari staccati
  • lavabo a colonna
  • piatti doccia “alti”

Vediamoli nel dettaglio…

#1 Tieni il vecchio lampadario

Tanti locali anni ’60/’70 (o precedenti) hanno lampadari retrò, spesso abbinati a rosoni classici e ricchi di intarsi, oppure delle plafoniere con vetro decorato.

Rimpiazzali…sono vintage.

Per l’illuminazione hai soluzioni più affascinanti e attuali (poi vedrai).

#2 Lasci il vecchio termosifone

Un altro errore è mantenere il vecchio calorifero in ghisa, di solito collocato sotto la finestra:

bagno in demolizione

Acquista un moderno termoarredo per il bagno e chiudi la nicchia: l’aspetto del locale sarà più lineare e pulito. Oltre al beneficio estetico c’è quello funzionale, perché il termoarredo si può spostare in posizioni migliori (esempio: sopra il bidet).

#3 Sanitari staccati

I sanitari staccati dalla parete hanno un aspetto superato, senza contare l’accumulo polvere dietro wc e bidet (auguri con le pulizie ).

La soluzione moderna è il sanitario a filo parete, con gli elementi appoggiati al muro.

#4 Lavabo a colonna

Eviterei il lavabo a colonna perché non è il top a livello estetico e funzionale. Il piano di appoggio è risicato, non puoi sfruttare lo spazio sotto la vasca e il look è passato di moda da un pezzo.

Nei nuovi bagni è poco richiesto, così tante aziende di settore li hanno eliminati dalle collezioni.

#5 Piatti doccia “alti”

L’epoca dei piatti doccia alti e massicci è finita. I modelli ideali sono quelli a spessore ridotto, posati in appoggio o a filo pavimento.

Lavabo e mobile lavabo moderni

I lavabi moderni più gettonati sono tre:

  • sospesi
  • in appoggio
  • con piano integrato

Ciascuna tipologia ha pro e contro…quale scegliere?

Eviterei i lavandini sospesi – se hai un solo bagno – perché questi modelli offrono scarso appoggio e nessun vano di contenimento:

Un altro neo riguarda l’aspetto: il prodotto standard, in ceramica o vetro, non ha particolari qualità (a differenza dei restanti modelli in elenco).

Per gli altri modelli l’offerta è maggiore (adeguata alla richiesta).

Del lavabo in appoggio puoi scegliere caratteristiche della vasca (materiale, forma e altezza), il piano/mobile da abbinare (dimensioni comprese) e le rubinetterie (a parete o in appoggio).

I miei preferiti sono quelli con piano integrato, abbinati a mobili con cassettone/i, perché la personalizzazione è estrema.

Le migliori aziende hanno collezioni con una ricca offerta di prodotti ed optional. I mobili possono essere sospesi o con piedini, lineari o curvi, con ante a battente o cassetti scorrevoli:

I piani moderni sono in ceramica, cristallo, materiali compositi (caldi al tatto) e grès laminam, lo stesso grès usato per pavimenti e rivestimenti.

Altre finiture/optional:

  • mobile laccato opaco o lucido
  • essenza del mobile (noce, rovere…)
  • portasciugamani integrato
  • con o senza maniglie

La sartorialità varia in base al produttore/rivenditore.

Sanitari del bagno moderno

Per wc e bidet non esiste una regola: né sulla tipologia, sospesi o a terra, né sulle forme (stondate o squadrate).

L’offerta è vasta e puoi scegliere anche l’effetto (opaco o lucido) e i colori, perché alcune realtà italiane propongono sanitari in decine di toni.

L’unico suggerimento riguarda il wc.

Se acquisti in showroom, forse il venditore ti parlerà del wc senza brida. Sono modelli più facili da pulire e più silenziosi, quasi tutte le aziende hanno almeno una collezione con questo tipo di vaso (trovi info sul blog).

Doccia e vasca del bagno moderno

Nella zona della doccia devi investire soprattutto su piatto e box.

I piatti doccia ideali hanno uno spessore ridotto (da 2,5 a 4 cm), posati in appoggio oppure a filo pavimento:

Cosa puoi decidere?

  • materiale
  • dimensioni (larghezza/lunghezza)
  • forma (con i piatti sagomati)
  • copripiletta o canalina
  • effetto di superficie/texture

In questo momento i materiali più richiesti sono ceramica (evergreen!) e compositi, ovvero i solid surface.

I compositi sono formati da resine (acriliche o poliestere) e minerali naturali (tri-idrato di alluminio).

I box doccia moderni hanno molte configurazioni. Un trend degli ultimi anni è il box con profili sottili – effetto tutto vetro – con finitura cromata, nero, spazzolato…

Cosa puoi decidere?

  • telaio
  • vetro
  • apertura anta/e

Anche la vasca ha varie opzioni, a partire dalla tipologia.

Il modello tradizionale è a incasso, con pareti rivestite di piastrelle o con pannelli:

L’alternativa è la vasca da bagno freestanding, con o senza piedini:

Un componente utile è la parete, che permette di ottenere una vasca con doccia combinata:

È una soluzione completa e funzionale, perfetta se hai un bagno piccolo o non riesci a decidere tra doccia e vasca.

Le pareti più moderne e belle sono in vetro o cristallo, con telaio ridotto, fisse sul bordo o pieghevoli, con apertura verso l’esterno o l’interno della vasca.

Pavimento e Rivestimenti

I pavimenti più usati in bagno sono grès e parquet: entrambi con punti a favore e sfavore.

Rispetto al legno, il grès offre maggiore resistenza all’umidità (è inassorbente), ma in quanto a bellezza e calore non può competere col parquet:

La scelta del pavimento è delicata. Oltre al fattore estetico, rifletti sulle tue abitudini e pensa a chi userà il bagno e a quanto sarà usato.

Materiali alternativi: resina e microcemento.

Rivestimenti

Quando si parla di rivestimenti, 9 volte su 10 si parla di prodotti ceramici. Le piastrelle rappresentano ancora la prima scelta per le pareti del bagno.

La domanda più frequente riguarda l’altezza dei rivestimenti (fino a dove rivestire?).

Non esiste l’altezza ideale né una misura minima imposta da qualche normativa.

“Regole” a parte, è soprattutto questione di gusto personale.

4 Idee per un bagno moderno, funzionale e…intrigante

Non è finita: voglio condividere altre 4 dritte che ti aiuteranno a realizzare un bagno giovane, ordinato e pulito.

#1 Idroscopino

L’idroscopino è un doccino simile a quello usato in doccia. Si posiziona accanto al wc e serve a pulire l’interno del vaso sanitario, dopo i bisogni fisiologici:

water con idroscopino

È l’alternativa (moderna e igienica) al classico scopino con setole.

Negli ultimi anni ho ricevuto tante recensioni positive su questo accessorio, quindi ti consiglio di installare un idroscopino nel tuo nuovo bagno.

#2 Nicchie

Un altro utile complemento d’arredo sono le nicchie, delle rientranze nella parete da usare come piani di appoggio:

Le più conosciute sono quelle in doccia, ma puoi ricavarle in qualsiasi punto del bagno (esempi: accanto alla vasca, dietro il lavabo, vicino ai sanitari).

#3 Controsoffitto

Perché mettere lampadari e plafoniere quando puoi creare un controsoffitto come questo? (durata video: 14 secondi)

Puoi “personalizzare” il controsoffitto in cartongesso grazie a corpi illuminanti a led, posizionati secondo le tue esigenze.

#Bonus: carta da parati

Le nuove tappezzerie sono diverse da quelle anni ’60 e ’70.

La carta da parati moderna è inodore, resiste all’umidità e il potere di arredo è alto. Per ottenere un effetto “WOW” basta rivestire una piccola parete.

I prodotti in fibra di vetro, inoltre, si possono applicare anche dentro la doccia.

E adesso?!

Ora sei più consapevole riguardo le possibilità di arredo per il nuovo bagno…che fare?

Prima di correre negli show-room, sbircia sui siti delle aziende di arredo bagno o pavimenti ceramici (aiutano a trovare l’ispirazione).

A presto!
Lorenzo

Lorenzo Ciancio

Autore del post e fondatore di Voglia di Ristrutturare Leggi i miei articoli